venerdì 15 febbraio 2019

Sempre a proposito del Campo da Calcio in sintetico

Riceviamo da Per La Buona Politica e pubblichiamo

Sulla vicenda del campo in sintetico di Madonna delle Stuoie, pagato con 400.000 euro dei contribuenti lughesi, stanziati grazie ad una variazione al bilancio di previsione 2018, adottata dal Consiglio comunale il 30 luglio 2018 e passata con i soli voti favorevoli del gruppo consiliare Pd, per la Buona Politica è sempre più convinta della fondatezza delle critiche mosse a questo provvedimento.


Convinzione che si è ulteriormente rafforzata dopo avere ascoltato le contestazioni che il sindaco Ranalli ci ha mosso nel corso della assemblea pubblica di presentazione del progetto del campo in sintetico, svoltasi lunedì 11 febbraio 2019, nella sala del Maracanà.

Non potendo negare la ricostruzione del percorso seguito dalla amministrazione su tale intervento e caratterizzato dalla mancata informazione e dal mancato confronto che avrebbe dovuto svolgersi nelle sedi deputate (Consulta dello Sport; Consulta di decentramento di Lugo Sud; Commissione consiliare competente in materia di sport), il sindaco ha contestato alcune affermazioni contenute nel volantino che per la Buona Politica ha diffuso nel quartiere, nei giorni antecedenti l’Assemblea.

Il Comune, ha detto il sindaco, non poteva presentare domanda per l’accesso ai finanziamenti del Bando regionale per l’impiantistica sportiva, la cui scadenza era fissata per fine febbraio 2018, perché all’epoca non aveva ancora redatto il progetto dell’intervento.

Naturalmente il sindaco si è ben guardato dal dire che le intenzioni della amministrazione, riguardanti la realizzazione del campo in sintetico, erano già note fin dall’inizio del 2018.

Allora delle due l’una: o è mancata, da parte degli amministratori, una adeguata valutazione e programmazione dell’intervento, oppure, come è più probabile, si è preferito spostarne in avanti la realizzazione, per sfruttarlo, con tanto di inaugurazione ufficiale, a ridosso delle elezioni comunali di maggio.

Sul tema riguardante le richieste avanzate alla amministrazione dalle altre società di calcio lughesi (Atletico e S.Anna), il sindaco ci ha accusato di non leggere neppure le delibere adottate dalla Giunta comunale.

Qui il nostro primo cittadino si è superato, perché, come d’abitudine, racconta solo ciò che gli fa più comodo. Come avrebbero potuto i consiglieri comunali di minoranza leggere le delibere di Giunta (adottate nei mesi di dicembre 2018 e gennaio 2019) che solo il sindaco conosce, dato che nel sito dove dovrebbero essere consultabili, fino al 12 febbraio 2019 non erano state pubblicate?

Pubblicazione che, magicamente, l’amministrazione ha inserito oggi, 13 febbraio, nel sito del Comune; guarda caso dopo che le proteste del gruppo consiliare per la Buona Politica sono state rese pubbliche sulla stampa e nei social.

Ma non è finita qui perché la delibera di Giunta del 27 dicembre 2018, pubblicata solo oggi, contiene, peraltro, una affermazione errata.

Si dice infatti, nella stessa, che l’investimento per il campo in sintetico, era contenuto nel piano annuale degli investimenti del 2018, peccato che nello stesso tale intervento non sia affatto elencato!

Questo modo di dare le informazioni, spesso con notevole ritardo, quando non anche in modo errato, come nel caso in oggetto, è stato più volte, ma invano, fatto presente sia al Presidente del Consiglio Comunale che al Segretario Generale del Comune di Lugo, con segnalazioni da parte del gruppo consiliare per la Buona Politica in cui si evidenziava la difficoltà, per i consiglieri di minoranza, ad esercitare le normali funzioni ispettive e di controllo sugli atti della Giunta che il Testo Unico delle leggi sugli Enti locali (Tuel) Locali gli attribuisce.

A Lugo si determina così una gestione personalistica, quasi padronale, della informazione sull’attività amministrativa, fornita ai consiglieri comunali, con i tempi scelti dalla maggioranza ed a prescindere da ciò che stabiliscono le leggi, gli Statuti ed i Regolamenti.

Gruppo Consiliare Per la Buona Politica

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento