martedì 12 marzo 2019

La scuola San Giuseppe compie 150 anni

Riceviamo da Davide Solaroli e pubblichiamo


Il 2019 è un anno davvero molto importante per l’Istituto “San Giuseppe” di Lugo, in quanto ricorre il 150° anniversario della sua fondazione.




Nel 1859, dopo aver fatto parte dello Stato Pontificio, Lugo divenne una città del Regno d’Italia. In quegli anni, il Comune recuperò molti beni di enti religiosi e chiuse tutte le scuole parrocchiali e di maestri privati, per cui molti bambini e ragazzi non ebbero più l’opportunità di andare a scuola, dovendo aiutare le famiglie a lavorare in campagna. 

A quel tempo, l’istruzione non era una priorità né per le famiglie né per lo Stato e a Lugo non esistevano scuole per l’educazione femminile. Ma un sacerdote carismatico, Don Carlo Cavina, che aveva a cuore la formazione dei ragazzi e non voleva che questi ultimi trascurassero l’istruzione per il lavoro nei campi, istituì delle scuole serali che anche questi ragazzi poterono frequentare. 

Nel 1869 Don Carlo Cavina, appoggiato dal Vescovo e dalle Suore della Carità, aprì una scuola femminile che comprendeva: scuola materna ed elementare, catechismo diurno e serale, accoglienza per le ragazze bisognose e convitto per le alunne. La scuola ebbe molto successo, così ne fu aperta anche una maschile. Nel 1872 Don Carlo Cavina fondò la Congregazione delle Suore “Figlie di San Francesco di Sales”, che oggi è presente nei 5 continenti e porta in tutto il mondo lo spirito del sacerdote. 

Durante la prima guerra mondiale, l’Istituto fu costretto a sospendere l’attività, ma, quando riaprì, la Superiora Generale, Madre Anna Ricci Mingani, si adoperò per poter aprire il primo Istituto Magistrale di Lugo, cosa che accadde nel 1926. In questo periodo, viste le molte richieste delle famiglie, la Scuola necessitò di un ampliamento, così venne trasferita da via Fermini a via Emaldi, dove si trova tutt’ora. 

Le orme di Don Carlo Cavina oggi sono percorse quotidianamente dai docenti e dagli studenti dell’Istituto, il quale comprende la Sezione Primavera, la Scuola dell’Infanzia, la Scuola Primaria e Secondaria di Primo Grado. L’Istituto è attualmente una Scuola Paritaria: rilascia gli stessi titoli di una scuola statale, segue gli stessi programmi e le stesse indicazioni ministeriali. 

Si ispira all’umanesimo cristiano di San Francesco di Sales, che concepisce l’insegnamento come vita, come ricerca e promozione dei valori umani (verità, libertà, giustizia, solidarietà, pace, amore, bellezza), come visione della realtà, come scoperta del vero, del bello, del bene. 

L’espressione “fortiter ac suaviter” riassume con semplicità e trasparenza lo stile di San Francesco di Sales: “fortiter” (fortemente, con decisione) indica che le regole devono essere applicate con fermezza, “suaviter” (dolcemente) indica che le stesse regole devono essere applicate con dolcezza e sapienza, che non significa indulgere al buonismo, né cercare di risolvere i problemi dei ragazzi o prendere decisioni al loro posto, ma significa incoraggiarli a percepire le regole non esclusivamente come imposizioni, ma come necessarie per la loro educazione.

I festeggiamenti per il 150° del “San Giuseppe” si apriranno con la Solenne Concelebrazione che si terrà martedì 19 marzo 2019 alle ore 17.30 presso la Chiesa della Collegiata di Lugo e che sarà presieduta del Vescovo di Carpi Don Francesco Cavina alla presenza del Vescovo di Imola Don Tommaso Ghirelli e di altri Sacerdoti. Inoltre, un comitato, composto da docenti, genitori ed ex allievi e presieduto da Sr Giancarla Dal Borgo, sta lavorando ad una serie di iniziative pubbliche che saranno presentate nei prossimi mesi.

Davide Solaroli

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento