sabato 13 aprile 2019

Maratona del Lamone verso quota 800

Si corre domani Domenica 14 aprile


La gara maschile dovrebbe risolversi in una lotta tra africani, mentre un competitivo terzetto italiano guida le favorite della gara femminile.




Mentre si appresta a celebrare il nuovo record di iscritti (a poco meno di 48 ore dallo start il totale ha già superato quota 750), la 43ª Maratona del Lamone, in programma domani, Domenica 14 aprile a Russi, e valida anche come prova che assegna il titolo nazionale Uisp, comincia a definire la lista dei big che proveranno a tagliare per primi il traguardo di piazza Farini. 


Il burundiano Celestin Nihorimbere, 26enne tesserato per l’Atletica Brugnera, due volte secondo nella Maratona di Padova e vincitore della maratonina di Cittadella, debuttante a Russi, e i marocchini Mohamed Hajjy (due vittorie e due terzi posti a Russi dal 2013 al 2017) e Youness Zitouni (che a Russi ha vinto l’anno scorso), sono i favoriti per garantire all’Africa la continuità di un dominio che dura da 15 anni, iniziato da Mutai nel 2004 dopo l’ultima delle tre vittorie di Calcaterra, poi re della 100 km del Passatore. 

La Romagna affida il suo orgoglio e le sue chances soprattutto a Giuseppe Del Priore, esperto e competitivo runner, reduce dal buon sesto posto, con un crono di 1.09’33” di domenica alla Maratonina di Firenze, Andrea Zambelli, impostosi nell’ultima 100 km del Passatore, e il campione italiano della 100, Matteo Lucchese.

Tra le donne, si profila una lotta tra Giulia Montagnin, specialista delle corse in montagna, Francesca Bravi, fresca di terzo posto alla Maratona di Rimini, e Gloria Giudici, che vanta un personale di 2.47’30” stampato alla maratona di New York del 2017.

In via di definizione la lista dei big in gara nella Cinquemila per Russi, partita come evento collaterale e cresciuta nel tempo per qualità e competitività fino a diventare oggi una corsa nella corsa, che prenderà il via alle 10.30.

Completano il programma della giornata le gare per bambini e ragazzi dai 4 ai 15 anni del 27° Gran Premio Promesse di Romagna – Trofeo Fondazione Cassa di Risparmio di Ravenna (start alle ore 9.05); il 6° nordic walking con istruttore in un percorso storico-naturalistico di 10 km in collaborazione con la Pro loco di Russi (partenza alle ore 9.10), la gara sperimentale di retrorunning, corsa all’indietro, e le Camminate podistiche a seguito della Maratona su percorsi di 4, 8 o 12 km (al via alle ore 9), inserite nel pacchetto delle Camminate della salute e della solidarietà, finalizzate quest’anno a raccogliere fondi per sostenere il progetto dello Ior “La scuola a casa” dedicata ai pazienti dell’Oncologia pediatrica che per affrontare la malattia non possono recarsi a scuola.

Tra gli aspetti di curiosità legati a questa edizione, si segnalano la maglietta e la medaglia artistica, che verrà consegnata a tutti gli atleti che taglieranno il traguardo della Maratona;

il Trofeo Avis, giunto alla quarta edizione, che verrà assegnato al primo e alla prima maratoneta residente a Russi che completerà la Maratona, che, come vuole la tradizione rappresenta la prima delle tre prove che completano il Trittico di Romagna, giunto all’11ª edizione. Seguiranno il 25 aprile la 50 km di Romagna e il 25 maggio la 100 km del Passatore.

Ufficio stampa Maratona del Lamone

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento