lunedì 13 maggio 2019

Acqua, troppa!

Interrotta la linea Bologna Rimini

Allagamenti ed esondazioni dei fiumi stanno creando gravi problemi in Romagna, in particolare nel Cesenate dove due persone sono state tratte in salvo.
E forti disagi sono segnalati, con frane e piene dei corsi d'acqua nel Bolognese e nel Modenese. Case evacuate, scuole chiuse e l'allerta rosso prolungato fino a martedì quando la pioggia si fermerà ma i fiumi potrebbero ancora esondare.

Il fiume Savio ha rotto gli argini in più punti, diversi ponti a Cesena sono stati chiusi al traffico. La circolazione sulla rete ferroviaria Rimini -Bologna, tra Cesena e Forlì, è interrotta, la piena ha quasi sommerso un viadotto della linea.

Tecnici di Rfi sono al lavoro per monitoraggi. È in corso la riprogrammazione dei treni, con possibili deviazioni, cancellazioni e servizi bus. I treni di lunga percorrenza interessati - diversi Frecciarossa, Frecciabianca e Intercity - subiscono ritardi che al momento sono stimati in almeno un'ora e mezzo.

Martedì le scuole resteranno chiuse a Cesena e Ravenna. 

Si registra inoltre lo spettacolare ma non preoccupante fenomeno dellatracimazione dal culmine della diga di Ridracoli che, come ogni volta, attira numerosi visitatori.

Il sindaco di Ravenna Michele de Pascale invita la popolazione a non uscire di casa e di rimanere possibilmente ai piani alti delle abitazioni. L'invito è anche a non effettuare spostamenti se ci si trova in luogo sicuro, a meno che non sia strettamente necessario per motivi urgenti e indifferibili. Non si esclude la chiusura dei ponti sul fiume. L'allerta è per la popolazione di Castiglione, Mensa Matellica e Savio di Ravenna dalle prime ore del pomeriggio sino a sera (la fase critica è tra le 17 e le 21). In caso di emergenza per l'esondazione del Savio, se la propria casa non dispone di un piano alto, è possibile andare alle scuole San Zaccaria e di Fosso Ghiaia.

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento