martedì 28 maggio 2019

Di Maio ha 222 deputati, Salvini 125

Sono questi i numeri
di Arrigo Antonellini

Non è che si chiacchieri troppo? Tipico vizio italico. A governare, a decidere in politica sono i parlamentari non i titoli dei giornali.

La nostra democrazia parlamentare non tiene più il passo con una volontà popolare che ora, come mai in passato, cambia da un giorno all'altro.

Il 40% del Pd alle europee di cinque anni fa, diventato il 18 alle politiche del marzo dello scorso anno; il 32 dei Cinquestelle sempre delle ultime politiche ed il 17 di domenica scorsa; il 5 di "pochi" anni fa della Lega e il 34 di Domenica....

I voti volano e la nostra Democrazia non regge questo voto.

Ora si governa con Salvini che decide tutto, come sarebbe giusto? Ma se tra pochi mesi il suo 34, diventasse il 20 nella testa degli italiani?

E' un bene per la Lega il suo enorme successo e il contemporaneo crollo di  Maio.?

I numeri che contano, come si diceva, sono quelli dei parlamentari, il partito che ne ha il doppio rispetto a quelli dell'alleato si farà comandare, avendo la certezza che così facendo perderà un altro 10%?

Se non sarà così, se non potrà governare lui, Salvini ci manderà a votare, molto probabile.

Se sarà così, cioè il dominio della Lega, Di Maio ci manderà a votare? Molto probabile.

Se non riusciamo a cambiarlo l'attuale sistema su cui si fonda la nostra democrazia, dovremmo rassegnarsi a votare spesso, ad essere sempre in campagna elettorale...

Nella situazione contingente ci si dia una mossa in fretta a costruire l'alternativa a Salvini.

Contro Salvini, certo, e per più Europa nella mondializzazione, più tutela dell'ambiente, più giustizia sociale, il reddito di cittadinanza (leggasi il sostegno alla povertà), più Solidarietà.... 

Arrigo Antonellini

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento