giovedì 30 maggio 2019

Riciclandino

Circa 790.000 kg di rifiuti differenziati 


Premiati al Pala Congressi gli alunni delle scuole del Comune di Ravenna: quelli della scuola primaria Pascoli di Sant’Alberto sono i vincitori con 1.900 euro, a seguire le primarie Torre, Mameli e Pasini.

Giunto alla sua ottava edizione, si è concluso con la premiazione delle scuole vincitrici il concorso Riciclandino che promuove l’utilizzo delle stazioni ecologiche da parte di studenti e famiglie. Il progetto è a cura del Comune di Ravenna e del Gruppo Hera, in collaborazione anche con i Comuni dell’unione della Romagna faentina e della Bassa Romagna, di Cervia, Russi, ATERSIR e Legambiente.

Presso il Pala Congressi si sono svolte le premiazioni degli studenti ravennati alla presenza di rappresentanti dell’Amministrazione comunale e del Gruppo Hera che hanno consegnato i riconoscimenti alle scuole vincitrici, rappresentate da oltre 300 bambini presenti. 

Le scuole del Comune di Ravenna hanno conferito oltre 492.944 Kg. Tra esse i migliori risultati sono stati raggiunti dai piccoli allievi della primaria Pascoli di Sant’Alberto che, grazie al lodevole impegno di bambini e famiglie che hanno conferito in stazione ecologica circa 61.000 Kg di rifiuti differenziati, si sono aggiudicati 1.900 euro e si sono confermati miglior scuola della provincia per i risultati ottenuti. A seguire: la scuola primaria Torre con 1.500 euro (circa 27.300 Kg. di rifiuti differenziati conferiti) e a pari merito le primarie Mameli e Pasini con 1.400 euro.

Da parte delle scuole, che grazie all’impegno dei dirigenti scolastici hanno inserito Riciclandino nei loro piani formativi, e delle famiglie degli studenti del ravennate il tema della raccolta differenziata è molto sentito: complessivamente sono stati infatti conferiti alle stazioni ecologiche del ravennate circa 787.500 Kg. di rifiuti differenziati.

Per le scuole aderenti a Riciclandino, in tutto 246, erano in palio oltre 72.885 euro in denaro e oltre 3.726 risme di carta. 


Ambasciatori contro il fenomeno del Littering


La mattinata è stata anche l’occasione per consegnare un premio alle scuole che hanno partecipato al bando di concorso del Comune dal titolo “Ambasciatori contro il fenomeno del Littering” che si realizza sempre all’interno della Campagna Riciclandino.


Come si utilizza la tessera di Riciclandino


Ad ogni scuola che aderisce al progetto, viene assegnato un apposito codice a barre, riprodotto su tessere distribuite a ciascun alunno.


I ragazzi che con i propri genitori si recano alle stazioni ecologiche per conferire i rifiuti ed esibiscono

il codice a barre identificativo dell’utente (es. il codice a barre della vecchia bolletta di igiene ambientale) per i conferimenti in stazione ecologica assieme alla Tessera Riciclandino e usufruisce dello sconto di € 0,15/kg per i conferimenti dei seguenti rifiuti scontabili: carta/cartone, vetro/lattine, plastica, olio minerale, olio vegetale e batterie. In più ulteriori € 4 per i conferimenti di ingombranti e RAEE voluminosi, come da regolamento ATERSIR.

I rifiuti differenziati scontabili e i piccoli RAEE conferiti in stazione ecologica contribuiscono a determinare le graduatorie delle scuole per la distribuzione di incentivi economici. Comunque, tutti i rifiuti differenziati conferiti in stazione ecologica fanno ottenere risme di carta riciclata.

 
CONTATTI 
Monica Guidi 
Ufficio stampa Hera 
monica.guidi@gruppohera.it 


Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento