venerdì 28 giugno 2019

Prima assolti poi condannati

I genitori che non hanno dato la chemio alla figlia



Ma capita solo a me di notare che in tutte le notizie di cronaca nera le sentenze dei diversi gradi di giudizio siano "sempre" diverse??


E non mi riferisco soprattutto a giudizi di piena innocenza da un lato e di colpevolezza dall'altro, prima l'uno e poi l'altro o viceversa.

Sentenze di giudici quindi dichiarate sbagliate da altri giudici.

Sono umani certo (come gli arbitri sportivi per cadere molto più in basso) ma si parla della vita di persone, e tante anche, di rovinarla ad innocenti e anche di non punire colpevoli.

Possibile che se non ne parli? Che possano urlarlo, per quanto possano essere ascoltati, solo i tanti che ne sono vittima?

Mi pento di non averli seganti i casi, ma sono tantissimi!!

Si parla di necessità di riforma della Giustizia da anni, ma non è forse questo il primo dei problemi, anche al di là della corruzione, quelli in fondo sono problemi loro, del rapporto con la politica, essere condannati o anche solo inquisiti innocenti, vedendo la vita rovinata, sono problemi nostri e di troppi anche.

Si lamentano i tempi lunghi, responsabile anche i troppi gradi di giudizio, ma se i giudizi si contraddicono quasi sempre, non è che ne servano cinque invece di tre?

Arrigo Antonellini 

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento