venerdì 28 giugno 2019

Sospeso il servizio di prevenzione oncologica dell'Ospedale?

Per carenza di personale

Interrogazione del Gruppo PD in Consiglio Comunale a Lugo, firmata da tutte le consigliere, con cui si esprime preoccupazione per la notizia della sospensione – pare dovuta a carenza di personale – del servizio di prevenzione oncologica offerto dalla Senologia, reparto di eccellenza dell’Ospedale di Lugo.


Il Gruppo PD chiede al Sindaco se la decisione dell'Ausl Romagna sia verificata, confermata e, in caso affermativo, quali azioni si possano intraprendere per la soluzione, anche in prospettiva futura, del problema (che comporta il recarsi altrove o il rinvio degli esami in autunno).



Al Presidente del Consiglio comunale
Al Sindaco del Comune di Lugo

Interrogazione

Premesso che

il Centro di prevenzione oncologica dell'Ospedale Umberto I di Lugo fornisce un servizio di prevenzione, diagnostica e cura del cancro al seno che lo colloca tra i reparti di eccellenza dell’AUSL Romagna. Il Centro si avvale della professionalità, e delle qualità umane, di medici e operatori altamente specializzati e di strumentazioni tecnologiche sofisticate ad elevata prestazione diagnostica; questa dotazione tecnologica, negli anni, è stata costantemente aggiornata e implementata grazie agli investimenti dell’Azienda sanitaria e alla generosità di decine tra associazioni, fondazioni, imprese, cittadini che, con importanti campagne di sensibilizzazione e raccolta fondi, hanno contribuito all’acquisto di sistemi di ultima generazione (si pensi solo all’acquisto del Vaab Mammotome Revolve nel 2016 e dell’Ecotomografo nel 2018).

Considerato che

da mesi, gli operatori della sanità ravennate e le Organizzazioni sindacali denunciano una situazione di pesante disagio stante la carenza di personale che impone doppi turni, azzeramento dei riposi, differimento delle ferie.

Rilevato che

da quanto a conoscenza delle scriventi, il servizio di prevenzione oncologica è sospeso per carenza di personale; alle donne già titolari di appuntamento, contattate telefonicamente, risulta venire proposto lo svolgimento della mammografia a Ravenna o in alternativa, per chi comunque preferisce effettuare l’esame a Lugo, lo slittamento dell’appuntamento all’autunno.

Ciò premesso, considerato e rilevato, si interroga il Signor Sindaco e la Giunta per sapere se siano a conoscenza di quanto rilevato;

se quanto rilevato corrisponda al vero;

quali informazioni abbiano eventualmente già ricevuto dalla Direzione sanitaria dell’Ospedale di Lugo e/o dall’AUSL Romagna; 

quali azioni possano essere da loro intraprese per coadiuvare l’Azienda sanitaria nella ormai indifferibile soluzione delle criticità di cui sopra.

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento