sabato 8 giugno 2019

Troppo tempo per le Giunte

Troppe cose da mettere sulla bilancia?
di Arrigo Antonellini
Si è lavorato poco o niente nei lunghi giorni della campagna elettore con gli amministratori che erano ovunque, quasi avessero sette vite.

Sono già due settimane che abbiamo votato e non ci piace sapere che si è impegnati in incontri tra pochi per formare la Giunta.

Una Giunta che avevamo il diritto di conoscere prima del nostro voto per poter valutare anche la composizione delle diverse squadre, il loro indice di gradimento.

Non solo, ancora una volta potrebbe accadere che chi si è presentato per un ruolo, quello di consigliere comunale chiedendo la nostra preferenza, ora finisca in un ruolo diverso, quello di assessore, facendo diventare consigliere comunale chi non ha avuto le preferenze necessarie per esserlo.

Il Sindaco, dice la legge, si sceglie in piena autonomia, come assessori le persone di sua fiducia, quelle che ritiene più capaci di portare avanti i punti del suo programma secondo le rispettive competenze.

I sindaci le persone le conoscono, sapevano anche prima del voto chi siano le persone giuste.

Ma ci sono stati accordi prima del voto; a Lugo, le liste che volevano Ranalli nuovamente Sindaco erano addirittura cinque e i loro voti gli hanno permesso di vincere al primo turno.

Ma non solo, quali altri accordi ci sono stati prima? Con una parte del mondo cattolico lughese?

Ora i conti devono tornare.....

A Faenza è già stata definita la Giunta dell'Unione Comunale e soprattutto la conferma che a presiederla sarà il Sindaco del Comune Capoluogo.

Da noi, dove l'Unione ha molti più poteri di quella del faentino, quando ci diranno chi sarà il Sindaco della Romagna Estense? 

Ancora il Sindaco di Cotignola e non quello di Lugo, in un territorio dove è sempre tremendamente cambiare? Troppo difficili le novità?

Arrigo Antonellini 

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento