mercoledì 17 luglio 2019

Il Presidente del consiglio Comunale deve essere super partes

Riceviamo da Per La Buona Politica e pubblichiam0


In riferimento ai criteri e alle motivazioni per la elezione del Presidente del Consiglio Comunale, il gruppo consigliare Per la Buona Politica ha chiesto alla maggioranza e ai gruppi di minoranza di rendersi disponibili a rivisitare lo Statuto del Comune di Lugo, datato 13 febbraio 2003.


Non essendo pervenuta alcuna risposta affermativa, il gruppo consigliare Per la Buona Politica (unitamente a Lega e Movimento 5 Stelle) ha votato contro l’elezione del Presidente motivando, durante l’intervento, le ragioni del voto sostenendo che partecipazione e responsabilità devono rappresentare il punto cardine da cui partire per introdurre un miglioramento dei rapporti politici e per offrire a tutti i gruppi consigliari l’opportunità di trovare compiuta rappresentanza istituzionale in ogni organo della amministrazione comunale.

Il Consiglio Comunale, mediante il confronto dialettico fra i vari gruppi politici, è la sede in cui è riposta la sovranità popolare, rappresentata dai consiglieri di maggioranza e minoranza eletti dai cittadini elettori. Ha compiti di indirizzo, di controllo politico-amministrativo e di stimolo nei confronti di Sindaco e Giunta.

Il rispetto di tali attribuzioni spettano alla capacità, all’equilibrio e alla preparazione del Presidente eletto, organo, come sopra detto, in cui risiede la sovranità popolare. In tale veste, il Presidente, nell’esercizio delle proprie funzioni, è tenuto a osservare un comportamento neutrale e una posizione super partes, ovvero rappresentativo di tutti i gruppi al fine di godere della fiducia politica dell’intero Consiglio Comunale.

Attualmente l’art.13 del vigente Statuto Comunale prevede che la sostituzione del Presidente di Consiglio sia svolta dal consigliere anziano che per questa consigliatura coincide con l’attuale capo gruppo PD e, nel passato, colui che nel gruppo di maggioranza otteneva il maggior numero di preferenze.

Per la Buona Politica ha proposto di avviare le procedure per la modifica dell’art. 13 dello Statuto ove alla voce Elezione del Presidente si preveda:

“Il Consiglio Comunale procede alla elezione di un vice Presidente con votazione palese e a maggioranza assoluta. Ove il presidente eletto appartenga alla maggioranza , il vice presidente dovrà essere eletto tra gli appartenenti a una delle minoranze consigliari o viceversa.”

Questa modalità proposta è operativa in vari comuni della nostra Regione e di altre realtà territoriali.

L’adozione di tale prassi a Lugo potrà meglio garantire la corretta e trasparente dialettica democratica fra i vari gruppi consigliari, la funzione di imparzialità dell’ufficio di presidenza che troverà esaltata la neutralità del proprio operato, allo scopo che nessuna prevaricazione abbia luogo.

Nelle prossime settimane, Per la Buona Politica provvederà a inoltrare formalmente la proposta di modifica dello Statuto che verrà posta in discussione nel Consiglio Comunale, con lo scopo di adeguare le norme agli intervenuti cambiamenti di carattere sociale e politico verificatisi a Lugo negli ultimi decenni.

Per il Gruppo Consigliare Per la Buona Politica Silvano VERLICCHI

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento