giovedì 12 settembre 2019

Un frigorifero

Basta buttare via

Anche nella ricca Romagna Estense non sono poche le persone che hanno il problema del pasto.

Lo sanno i bene i servizi sociali e le diverse associazioni, in primo luogo quelle cattoliche.

Mastodontico il lavoro che fanno i tanti volontari.

Portare il cibo in casa, con un grande sforzo organizzativo in collaborazione con gli iber, ultimo arrivato l'emporio realizzato dal Tavolo Montanari dove può essere ritirato dopo essere stato raccolto.

Un frigorifero.

Fuori dagli iper, dai ristoranti, dai negozi, dai bar, dal mercato.

Dentro al frigorifero gli alimenti che stanno per scadere ma in troppo quantità rimasta in vendita, quelli rimasti dai ristoranti che si sa non verranno riutilzzati, il pane prima che diventi troppo secco.....

Invece di aspettare il pacco a casa faccio due passi e mi servo.

Tanti di quegli alimenti che verranno ritirati dai frigoriferi e farebbe ridurre il lavoro e le spese di Hera finendo comunque con l'inquinare.


Il costo della luce consumata dal frigorifero è irrisorio.

Il costo del frigorifero i titolari di esercizi pubblici lo ritiri dalle associazioni dei commercianti che li hanno raccolti con un conto corrente aperto a tutti noi che farempo offerte.

Tutto troppo strano, diverso, nuovo?

A Parigi, la cosa funziona e molto bene.

Arrigo Antonellini

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento