martedì 17 settembre 2019

Una serata dedicata al Maestro Antonio Tazzari

Alla Pieve di Campanile



ROB-CAR S.R.L. ogni anno collabora con istituzioni, società sportive, associazioni di volontariato per favorire cultura, arte, sociale, sport ecc.


Anche quest’anno oltre ad altre iniziative, organizza nella giornata di venerdì 20 settembre alle ore 21.00 presso la Pieve di Campanile, Via S.M. in Fabriago, 12 Lugo, una serata dedicata al Maestro Antonio Tazzari.

Verranno eseguiti diversi brani e romanze dalla Compagnia “La Nouvelle Belle Époque” con le voci di Dianora Marangoni (soprano) ed Enrico Zagni (tenore) diretti dal Maestro Giorgio Tazzari, accompagnati da un coro di 9 voci.

L’evento gratuito, completamente sostenuto da ROB-CAR e con la preziosa collaborazione del prof. Giovanni Baldini, ha ottenuto il Patrocinio del Comune di Lugo e del Rotary Club di Lugo.

Antonio Tazzari (Lugo, 21 maggio 1861 – 28 agosto 1918)

Compositore, direttore d’orchestra, maestro di canto, direttore di banda. Fu allievo di Giuseppe Pozzetti presso l’Istituto Malerbi di Lugo, poi si diplomò in pianoforte e composizione al Liceo Musicale di Bologna nel 1885. Partecipò a numerosi eventi musicali a Lugo, tra i quali: nell’ottobre 1891 alla Accademia di beneficenza al Teatro Rossini, con Cotogni, Maria Dirani e la Duchessa Massari (ossia Maria Waldmann, mezzosoprano, moglie di Galeazzo Massari, Duca di Fabriago); nel 1893 al concerto presso il teatrino del castello dei Duchi Massari a S. Maria in Fabriago; nel 1898 al Teatro Rossini diresse l’operetta “Gino e Mimì”; nello stesso anno al Teatro Rossini nel concerto per piano, violino, mandolino e chitarra; nel dicembre 1899 al Teatro Rossini, nei due concerti di canto e piano, con Maria Dirani; nel 1902 al Teatro Rossini, al concerto per solo pianoforte; nel 1904 al Teatro dei Salesiani nel concerto di piano, violino, contrabbasso, viola e violoncello; nel 1910, al Teatro Rossini al concerto per organo, arpa, violino e violoncello. Nel 1899 fu nominato maestro provvisorio nella Scuola di Musica di Lugo per il solo anno 1899; l’incarico gli fu poi continuamente riconfermato, per corsi diversi (canto corale, solfeggio, pianoforte) fino alla sua morte. Fu autore di numerose composizioni di musica sacra, di partiture vocali ed orchestrali, ed anche dell’opera lirica “Penelope”, in un atto e due quadri.
Riposa nel cimitero di Lugo, all’inizio dello stradello a sinistra che partendo dal vialone centrale arriva all’arco n. 65 del Monumentale».


L’ingresso è libero fino ad esaurimento posti (senza prenotazione).

Per informazioni 0545.30755 – 346.6758774

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento