martedì 29 ottobre 2019

Splendida vittoria del Circolo Tennis Massa Lombarda

A Bari


Sette giorni dopo il pareggio che sapeva di vittoria con il New Tennis Torre del Greco, è arrivato anche il primo successo per il Circolo Tennis Massa Lombarda nella serie A1 maschile 2019.





Nella terza giornata della fase a gironi, la giovanissima squadra capitanata da Michele Montalbini e dal vice Nicola Gualanduzzi ha superato per 4-2 l’Angiulli Bari alla Oremplast Tennis Arena salendo così a 4 punti nel gruppo 3 al giro di boa del massimo campionato, che affronta per il quarto anno consecutivo.

Senza le punte di diamante Zhizhen Zhang, numero 179 Atp (2.1 classifica italiana), e Julian Ocleppo, impegnato in un torneo Future ITF a Sharm El Sheikh, ma con l’importante recupero di Samuele Ramazzotti, la formazione romagnola si è portata in vantaggio con l’azzurrino Lorenzo Rottoli (classe 2002), che ha regolato in due set Luca Narcisi. 

Dopo il momentaneo pareggio pugliese ad opera di Andrea Pellegrino, a segno nel match fra numeri uno dei due team con appunto Ramazzotti, determinanti per consentire al CT Massa Lombarda di chiudere i singolari avanti 3-1 sono state le affermazioni in tre set colte dall’under 18 Riccardo Perin su Benito Massacri e dal 19enne Alessio De Bernardis in rimonta su Domenico D'Alena. Il punto del successo è giunto dalla coppia Perin/Rottoli, mentre il duo De Bernardis/Cinotti ha ceduto a Pellegrino/Massacri.

CTD MASSA LOMBARDA – ANGIULLI BARI 4-2
Andrea Pellegrino (A) b. Samuele Ramazzotti (M) 63 60
Lorenzo Rottoli (M) b. Luca Narcisi (A) 63 64
Riccardo Perin (M) b. Benito Massacri (A) 75 36 62
Alessio De Bernardis (M) b. Domenico D'Alena (A) 67(4) 64 60

Riccardo Perin/Lorenzo Rottoli (M) b. Luca Narcisi/Domenico D'Alena (A) 64 62
Andrea Pellegrino/Benito Massacri (A) b. Alessio De Bernardis/Marco Cinotti (M) 63 62

“I ragazzi hanno ottenuto davvero una bella vittoria - sottolinea con soddisfazione il presidente Fulvio Campomori – che ci consente al momento di essere addirittura secondi nel girone per via di una miglior differenza incontri vinti. La nostra forza è sempre stata il gruppo e lo dimostra una volta di più in questo caso l’esordio di Samuele Ramazzotti: anche se non al massimo della condizione, si è messo a disposizione della squadra sacrificandosi per così dire contro un giocatore di valore come Pellegrino e consentendo ai compagni di scalare una posizione nella formazione e poter quindi giocare match più alla portata, che poi li hanno visti protagonisti. Andiamo avanti domenica dopo domenica e vediamo cosa succederà. Non ci facciamo illusioni dopo questo risultato, sarà dura mantenere la categoria, però di certo l'entusiasmo e le motivazioni dei ragazzi sono al massimo. 

Ora ci attendono due impegni ravvicinati in pochi giorni: venerdì in casa con la corazzata Park Genova e poi Domenica in trasferta a Torre del Greco, che sicuramente vorrà riscattare il mezzo passo falso ottenuto sui nostri campi con quel 3-3 che ha lasciato ai campani molto amaro in bocca”.

Venerdì 1 novembre, per la quarta giornata (prima del girone di ritorno), è dunque atteso alla Oremplast Tennis Arena il Park Tennis Club Genova, capolista a punteggio pieno. Si tratta di uno dei circoli più antichi d'Italia (fondato nel 1929), vincitore dello scudetto nel 2016 e che non fa mistero delle proprie ambizioni: oltre a Fabio Fognini e all’altro davisman azzurro Simone Bolelli, può infatti contare in organico sullo spagnolo Pablo Andujar, arrivato negli ottavi di finale nei recenti US Open, su altri due prima categoria quali Alessandro Giannessi e Andrea Arnaboldi, ma anche su 2.1 di qualità come Gianluca Mager (attualmente numero 120 Atp), Andrea Basso e Lorenzo Musetti, 17enne di Carrara che a inizio 2019 ha trionfato agli Australian Open junior, e sui 2.2 Alessandro Ceppellini e Luca Prevosto.

Invariata è la formula della competizione: la prima di ciascun gruppo accede ai play-off scudetto (semifinali il 24 novembre e 1 dicembre, poi finale in sede unica il 7 e 8 dicembre), la seconda si assicura la permanenza in categoria, terze e quarte disputano i play-out per la salvezza in A1 (anche in questo caso 24 novembre e 1 dicembre).

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento