sabato 19 ottobre 2019

Stop War!

Al fianco del popolo curdo. All'"estero ma ci piace"


Domani, Domenica a Bologna, in piazza Re Enzo ore 18, ci sarà una manifestazione organizzata per esprimere solidarietà al popolo curdo, con grande piacere annunciamo le adesioni di Partito Democratico, Verdi, PSI, Volt e Comitato Ventotene.


L'Italia, l'Europa e gli organismi internazionali non possono restare indifferenti, chiediamo quindi che si metta in campo ogni sforzo possibile per bloccare l'invasione della Turchia in Siria. 


Come Emma Bonino propone da giorni, sarebbe opportuno che l’Italia e tutti i paesi dell’Unione Europea iniziassero a pensare a un reale e vero embargo. 

Chiediamo ai paesi membri dell'UE che si impegnino al più presto per approvare provvedimenti credibili in favore del popolo curdo e chiediamo al nostro governo di fermare le commesse di armi, in corso e future, anche considerando che l'Italia è il maggior esportatore europeo di armi verso la Turchia (che, a sua volta, è il terzo acquirente di munizioni dal nostro Paese). 

La legge 185/1990 prevede che l'esportazione ed il transito di materiali di armamento sono vietati "verso i Paesi in stato di conflitto armato, in contrasto con i principi dell'articolo 51 della Carta delle Nazioni Unite", e quindi si tratta anche solo di applicare la legge.

Arcangelo Macedonio
Più Europa Bologna - Radicali Bologna


Ieri una manifestazione molto partecipata si è svolta a Ravenna. Ci piacerebbe scendere in piazza, presto, anche a Lugo, contro la guerra

ana

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento