lunedì 4 novembre 2019

La Romagna Estense tra gli "innovatori responsabili"

Con il progetto Futuro Green


Si è tenuta ieri a Ravenna la giornata conclusiva della quinta edizione del Premio Innovatori Responsabili, il concorso annuale con cui la Regione Emilia-Romagna promuove e valorizza i progetti realizzati da imprese, associazioni e istituzioni pubbliche impegnate nell’attuazione degli obiettivi di sostenibilità indicati dall’ONU con l’Agenda 2030.




L’importante riconoscimento per la categoria Enti Locali è andato all’Unione dei Comuni della Bassa Romagna che aveva candidato il progetto Futuro Green, riconosciuto dalla giuria come “un progetto ambizioso forte di essere facilmente replicabile per la valorizzazione di edifici e territori attraverso la rigenerazione e la qualificazione energetica, coinvolgendo i diversi soggetti che operano localmente. Attraverso la sostenibilità ambientale, che dà l'impronta all'idea che muove il progetto, si vuole attivare la presa di coscienza verso una nuova sensibilità e migliori stili di vita per la comunità”.

Ha ritirato il premio il Sindaco Paola Pula, referente per le politiche ambientali della Bassa Romagna, insieme ad una delegazione del gruppo di progetto, alla presenza dell’Assessore Regionale alle attività produttive, piano energetico, economia verde Pama Costi.

8 vincitori, 32 progetti premiati, scelti tra 131 progetti candidati da tutta l’Emilia-Romagna nelle diverse categorie: Imprese fino a 20 dipendenti, imprese fino a 250 dipendenti, imprese oltre i 250 dipendenti, categoria nella quale è risultata vincitrice la Fruttagel di Alfonsine con il progetto “Dal campo al banco con Ortilio”, Cooperative sociali, Liberi professionisti, Associazioni senza scopo di lucro, enti locali e scuole.

Cresce dunque il coinvolgimento di strati sempre più ampi della società civile e si arricchisce la rete degli Innovatori Responsabili dell’Emilia-Romagna che condividono una visione dello sviluppo capace di integrare la dimensione ambientale e sociale.

Un Futuro Green per la Bassa Romagna è un grande progetto di comunità, nato nel 2013 sul tema della riqualificazione energetica degli edifici, che è cresciuto e si è rafforzato nel tempo grazie all’impegno di tutti coloro che in questi anni ci hanno creduto, diventando il filo conduttore di tutte le politiche energetiche, ambientali e di innovazione sostenibile del territorio. Ordini e Collegi professionali, Associazioni di categoria, Sindacati e tutti i soggetti pubblici e privati che compongono la partnership hanno individuato insieme all’Unione dei Comuni modalità comunicative, formazioni e azioni dedicate alla diffusione di una cultura della sostenibilità a 360°.

Entro la fine dell’anno sarà sottoscritto il terzo Protocollo di intesa che sosterrà le azioni di sviluppo dei nuovi Piani di Azione per l'Energia Sostenibile e il Clima (Paesc) della Bassa Romagna e che prevederà una serie di nuove attività per il progetto Futuro Green orientati al raggiungimento degli obiettivi dell’Agenda 2030.

È possibile seguire tutte le attività di Futuro Green sulla pagina facebook “Futuro Green Bassa Romagna”, mentre i video di presentazione dei progetti vincitori del Premio Innovatori Sostenibili 2019 sono online sul canale youtube della Regione Emilia-Romagna.

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento