mercoledì 6 novembre 2019

La signora Emelda Foschini ha festeggiati cent'anni

A Bagnacavallo


La signora Emelda Foschini ha festeggiato il suo centesimo compleanno presso la Casa residenza anziani F.lli Bedeschi di Bagnacavallo. 


Assieme ai parenti erano presenti il sindaco Eleonora Proni, che le ha portato un mazzo di fiori e gli auguri dell’Amministrazione comunale di Bagnacavallo, l’amministratore unico dell’Asp dei Comuni della Bassa Romagna Pierluigi Ravagli e la responsabile della struttura Antonella Gavelli.

La figlia della signora Emelda, Luisa Guerra, non potendo partecipare perché influenzata, ha inviato un messaggio nel quale anche a nome dei familiari ha voluto ringraziare la Cra Bedeschi per l’assistenza prestata alla madre e il sindaco Eleonora Proni per la sua presenza al compleanno.

Nata a Villanova di Bagnacavallo nel 1919 da Pio, macellaio a Mezzano, e Ifigenia, sarta, la signora Emelda aveva un fratello e tre sorelle, che hanno vissuto tutti più di novant’anni.

Ricorda ancora nitidamente la seconda guerra mondiale con i carri armati dei tedeschi sulle soglie delle case in paese e i bombardamenti, ma soprattutto l’11 dicembre del 1944 quando è stata liberata Villanova. Da allora per lei il Canada e l’America sono stati sempre simbolo di libertà e parla spesso con grande affetto di Mike e Tod, due soldati canadesi che sono stati a Villanova per un lungo periodo.

Nel 1948 si è sposata con Elidio Guerra di Glorie di Bagnacavallo e nel 1948 è nata la loro unica figlia, Luisa.

Ha sempre lavorato come casalinga, le piaceva molto cantare alle messe in chiesa e leggere quotidiani e riviste (con una predilezione per le storie delle famiglie reali) ed era nota per la sua ottima memoria.

Rimasta vedova nel 2004, ha continuato la sua vita di sempre fatta di letture, di frequentazioni in chiesa e di canti fino a febbraio di quest’anno poi, a causa di una disabilità motoria, dopo alcuni ricoveri è stata accolta alla F.lli Bedeschi di Bagnacavallo dove si trova molto bene.

Oltre alla figlia Luisa, la signora Emelda ha un nipote e due pronipoti.

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento