lunedì 2 dicembre 2019

Alcuni dei più forti spadisti del mondo nella palestra Achille Antonellini

In alto il ruolo della Lugo sportiva


Un velo pietoso sugli sport di squadra lughesi, dopo i fasti degli anni Novanta,  nonostante l'impegno e la professionalità di dirigenti ed allenatori.

Voltiamo pagina, quella degli sport individuali, la pagina anche della gloriosa Società Schermistica Lughese, fondata già nel 1948 da Achille Antonellini, che l'ha poi diretta per alcuni decenni. 

Nella nuova splendida palestra, intitolata al suo fondatore ed inaugurata addirittura da Valentina Vezzali, la regina dello sport italiano, tantissimi bimbi già dai sei anni in su e tra i più grandi tanti  campioni.  

Nei giorni scorsi, nella palestra Antonellini anchea ddirittura alcuni campioni mondiali ed europei, insieme ai nostri, di campioni.

Li ha portati il maestro lughese Guido Marzari, l'allenatore della squadra italiana medaglia d'oro alle Olimpiadi di Atlanta del 1996, oggi allenatore della nazionale femminile under 21, oggi anche allenatore anche dei predetti bimbi!

Il suo rapporto, tra i tanti altri che ha nell'elite della scherma italiana, la più forte del mondo, con il suo collega di Treviso, che gli ha chiesto di fare un allenamento nella nostra splendida palestra, allenamento diretto appunto da Marzari.

E così nella "piccola" Lugo due campioni del mondo ed europei, Cuomo De Marchi, Foietta; un bronzo mondiale e campione europeo il nostro lughese Greco;  un campione europeo, Remondini e tanti altri.

Delle Fiamme Oro Roma, Esercito Roma, Treviso, Bolzano, Verona, Pistoia, Forlì, Ravenna.

E di questi allenamenti a Lugo, diretti da Marzari, ce ne saranno altri.

Avevano gli occhi spalancati le prossime Prime Lame di 7 anni che avevano appena finito il loro, di "allenamento" sotto la guida di Rinaldo Carnevali, lui con una professionalità unica per i bimbi.

"Ma quando c'è scherma ?", dicono questi bimbi che non hanno ancora confidenza con i giorni della settimana, ma bimbi già passati anche da altre esperienze sportive nonostante la giovanissima età. 

Ma come hanno fatto quei campioni ad arrivarci nella palestra Antonellini,  partiti da tutta Italia, quando sono arrivati in viale Europa a Lugo  non avendo trovato un cartello che indicasse dove fosse la nostra palestra??



Arrigo Antonellini

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento