lunedì 2 dicembre 2019

Giorgio Gaber

A Bagnacavallo il suo ricordo


Cantante, intrattenitore televisivo, cabarettista, poi cantattore e, insieme a Sandro Luporini, lucido intellettuale, interprete di vizi e virtù, illusioni e disillusioni, slanci poetici e politici, cantore del dubbio, nemico del perbenismo, paladino della coerenza: insomma, Giorgio Gaber che, quest’anno, compirebbe ottant’anni.


Bagnacavallo ha deciso di ricordarlo nel mese di dicembre attraverso uno spettacolo e una mostra fotografica dal titolo Come un’illogica allegria, entrambi nella Sala di Palazzo Vecchio.

Lo spettacolo, che si terrà oggi, lunedì 2 dicembre alle 21, vedrà protagonisti: Vittorio Bonetti – pianoforte e voce; Nicoletta Bassetti – violino; Jader Nonni – batteria/percussioni e Michele Antonellini – letture e commenti.

Con la mostra verrà invece esposta una ricca collezione di foto che il bagnacavallese Paolo Ruffini ha scattato dagli anni Settanta ai primi anni Duemila durante i passaggi dell’artista al Teatro Goldoni.

La mostra sarà visitabile nella serata del 2 dicembre, giorno dell’inaugurazione, e anche nei seguenti giorni e orari: 8, 14, 15, 21 dicembre dalle 15 alle 19; 22 dicembre dalle 10 alle 12.

L’ingresso è a offerta libera per lo spettacolo e gratuito per la mostra.

L’iniziativa è ideata e organizzata da Aido, Associazione culturale Controsenso e Associazione musicale Doremi con il patrocinio del Comune.

Palazzo Vecchio è in piazza della Libertà 5.

Per informazioni:  333 7981563

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento