mercoledì 4 dicembre 2019

La sfida della longevità

Organizzazioni e professionisti della sanità e del sociale insieme alle comunità per un welfare sostenibile


Il Seminario “La sfida della longevità: organizzazioni e professionisti della sanità e del sociale insieme alle comunità per un welfare sostenibile” che si svolgerà venerdì prossimo, 6 dicembre, dalle ore 15 alle 19, presso la Sala Agrisfera (via Nigrisoli, 52 - Sant’Alberto di Ravenna) sarà occasione per rappresentare una esperienza concreta nella quale servizi sanitari, servizi sociali e comunità cooperano per affrontare i problemi che la longevità porta con sé.


Dimostrando come le politiche per il benessere sociale e la salute danno frutti in quantità proporzionale alla capacità di fare integrazione e collaborazione.

In Emilia Romagna e sul territorio ravennate l'integrazione fra sanità e sociale è oramai consolidata, e a Sant'Alberto questa integrazione avviene con la collaborazione e il concorso fondamentale della comunità. A testimonianza di questo introdurranno i lavori il Presidente della Consiglio Territoriale di Sant’Alberto Massimiliano Venturi e l’assessora alle Politiche sociali del Comune di Ravenna Valentina Morigi.

Attraverso la Cooperativa Sociale “don Zalambani” la comunità Santalbertese gestisce un centro polifunzionale al servizio della popolazione anziana. La Casa Residenza per anziani, che conta 58 posti accreditati, si è evoluta con un Centro diurno, con 13 posti accreditati, e oggi a Sant’Alberto gestisce cinque appartamenti supportati e una casa famiglia sempre per anziani. Dell’esperienza della Cooperativa Sociale “don Zalambani” parlerà il Presidente Serafino Ferrucci.

In integrazione opera la Casa della salute, attraverso percorsi diagnostici, terapeutici e assistenziali tarati sui bisogni e le patologie. La logica d’aiuto è quella della medicina di iniziativa dove il paziente longevo è proattivo e agisce nella continuità fra prevenzione e cure appropriate. 

Delle Case della salute parleranno il dottor Riccardo Casadei, Medico del dipartimento Cure primarie di Ravenna e la dottoressa Antonella Cerchierini, responsabile infermiristica del dipartimento Cure primarie sempre di Ravenna. Nell’evoluzione di servizi sanitari sul territorio mantengono un ruolo centrale per la presa in carico e la continuità della cura i Medici di Medicina Generale o medici di famiglia. 

Descriverà lo stato dell’arte il dottor Giovanni Tedde, medico di famiglia del Nucleo di Cure Primarie Forese Nord, Mezzano e Sant’Alberto. Il raccordo fra servizi sanitari e il domicilio degli anziani, che rende possibile la continuità della cura, vede come protagonista la figura professionale dell’nfermiere che negli anni ha visto aumentare i propri ambiti di azione e lo sviluppo della sua professione. Sull’infermiere nella comunità parleranno il dottor Sergio Amadori e il dottorMaicol Corvello del Collegio degli infermieri di Ravenna. 

L’integrazione fra i servizi sanitari e i servizi sociali è una esperienza matura sul nostro territorio e sempre di più l’evoluzione del sociale è orientata al futuro: ai nuovi bisogni della popolazione e contemporaneamente alle risorse della comunità. Relazionerà sulla rete dei servizi sociali la Dott.ssa Simona Donati, Assistente Sociale, Responsabile Area Territoriale 1.

La sfida della longevità riguarda però e prima di tutti i cittadini e loro famiglie che non hanno solo bisogni ma sono portatori di risposte e stanno sviluppando nelle comunità azioni e progetti per raccogliere la sfida della longevità ed offrire risposte positive. La Presidente di “AUSER Ravenna” Mirella Rossi ne darà testimonianza. 

La promozione delle collaborazioni con la comunità, attraverso una ulteriore qualificazione dei sevizi esistenti, trova nella Casa della salute un punto di riferimento. Il potenziamento della presenza degli infermieri, per la gestione delle patologie croniche più diffuse, è quanto si sta realizzando a Sant’Alberto. Questo è solo il primo passo verso l’implementazione qualitativa e l’aumento quantitativo degli interventi a partire dal domicilio, anche in ambito sociale.

A concludere i lavori del seminario l’intervento del Sindaco di Ravenna Michele de Pascale.

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento