lunedì 27 gennaio 2020

La Casa della Salute di Voltana

Riceviamo da Silvano Verlicchi e pubblichiamo

Nell’articolata e dettagliata proposta che il gruppo Consigliare Per la Buona Politica ha inoltrato all’Amministrazione Comunale in data 20 settembre 2019, redatta in osservanza alla legge regionale n° 15/2018, si illustravano metodologie e percorsi con la finalità di ottenere contributi economici dalla Regione Emilia Romagna, ma, qualora la domanda non potesse essere inoltrata, si suggeriva di richiedere la certificazione del progetto stesso al Tecnico di Garanzia (figura prevista dalla legge) per il suo successivo sviluppo.

Il progetto proposto, realizzando un percorso partecipativo strutturato di dialogo tra cittadini, soggetti diversi e Amministrazioni, avrebbe potuto essere considerato qualitativamente dal Tecnico di Garanzia e successivamente avviato anche se non subordinato al finanziamento regionale.

La proposta non ha avuto seguito e, nonostante si richiedesse una risposta scritta, nessuna comunicazione è pervenuta al gruppo consigliare proponente Per la Buona Politica.

Fino a oggi. Ora però l’Amministrazione Comunale ,per il tramite della Consulta di Decentramento di Voltana, presenta ai cittadini un progetto partecipativo di propria pertinenza. Alternativo, differente,contrapposto o corrispondente ? Lo vedremo e soprattutto accerteremo se ci sarà garantita l’opportunità di collaborare e di contribuire, posto che abbiamo molto lavorato sulla problematica sanità e Casa della Salute studiando ed approfondendo ogni documento che Regione Emilia Romagna, AUSL Romagna e Distretto Socio-Sanitario hanno redatto nel tempo ,delineando con inequivocabile chiarezza i fattori principali per l’avvio e la prosecuzione di una Casa della Salute.

Dialogo, confronto, sinergie.

Termini spesso assenti nella condotta del Comune di Lugo e , per quanto ci riguarda, mai messi in pratica nonostante le nostre reiterate proposte su molteplici temi fra cui quello proprio della Casa della Salute è stato più volte affrontato e sollecitato. Le parole sono espressione di un senso :

co-istituire come rispetto reciproco e incrociato, pur nella diversità dei ruoli; desiderio di conoscere, disponibilità e lealtà per sedimentare i migliori risultati; coinvolgimento come conoscenza di problematiche, sfaccettature, ritagli allungati a dipingere, sempre più minutamente, un tema, una questione, un argomento.

Ho sempre avuto la convinzione che il coinvolgimento della comunità sul tema Casa della Salute sia indispensabile per raggiungere un soddisfacente risultato, ma sono altresì fermamente convinto che occorra porre, come base del percorso, tutte le note distintive che la normativa regionale ha ampiamente definito e illustrato per la sua realizzazione, allo scopo di non inficiare e deludere le aspettative dei cittadini.

Sono disponibile fin da ora a impegnarmi fattivamente in questo percorso partecipativo per contribuire con le mie conoscenze e competenze al processo che, a mio avviso, deve essere chiaro negli obiettivi da raggiungere, esplicito nei metodi, e franco nella comunicazione che via via verrà riservata alla cittadinanza.

Il Consigliere Comunale Per la Buona Politica, SILVANO VERLICCHI

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento