venerdì 24 gennaio 2020

L'appello dei giovani democratici

Il razzismo di Salvini


Domenica 26 gennaio siamo chiamati al voto per scegliere chi guiderà la nostra regione per i prossimi cinque anni.




Per tutto il periodo della campagna elettorale, Stefano Bonaccini, candidato del centrosinistra, ha promosso la sua visione di regione: una regione inclusiva, aperta, che tutela i lavoratori, che intende migliorare i servizi e le infrastrutture, che ha cuore la salute dei cittadini, le imprese e la salvaguardia dell'ambiente. 

Dall'altra parte la Lega ha palesemente oscurato la propria candidata; una persona impreparata a governare una regione importante come la nostra, che ha dimostrato più volte di non conoscere il territorio e che si è quasi sempre dileguata da ogni confronto col suo avversario. Rispetto al programma politico di Bonaccini si può essere più o meno favorevoli, si possono proporre critiche o suggerimenti, ma bisogna prendere atto che il suo è l'unico che offre una visione chiara di Emilia Romagna per altri cinque anni.

Di fronte alla totale incapacità di Lucia Borgonzoni nel condurre autonomamente la campagna elettorale, Matteo Salvini (che nessuno aveva mai visto nelle nostre città) si è sostituito a lei riempendo il dibattito di razzismo e slogan privi di realtà. 

Ha insultato la nostra storia dicendo che l'Emilia Romagna è una terra da liberare, ha costruito una coalizione candidando nelle varie liste personaggi imbarazzanti: xenofobi, razzisti, assenteisti e persino un condannato bollato come “impresentabile” dalla Commissione Antimafia. I cittadini emiliano romagnoli meritano di meglio: meritano la competenza di chi conosce la regione, di chi vuole impegnarsi ulteriormente per contrastare la disoccupazione, di chi ha a cuore la tutela delle piccole e medie imprese e di chi vuole mantenere pubblico il sistema sanitario che la Lega vuole privatizzare. Per questi motivi invitiamo a votare per il Partito Democratico che con i suoi consiglieri uscenti si è sempre impegnato a portare le istanze del nostro territorio e soprattutto a scegliere l'impegno, l'umiltà e la competenza di Stefano Bonaccini per governare questa bellissima regione.

Michelangelo Vignoli, Segretario Provinciale Giovani Democratici Ravenna

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento