sabato 25 gennaio 2020

Lugo celebra il Giorno della Memoria

Organizzate numerose iniziative 


Lunedì 27 gennaio alle 10.30 nello spazio antistante la Rocca di Lugo ci sarà la commemorazione delle vittime della Shoah, davanti alla lapide che ricorda gli ebrei lughesi deportati e morti nei campi di concentramento.


Nella stessa giornata nella biblioteca “Fabrizio Trisi” apre “Storie per non dimenticare. Mostra di diari, memorie, romanzi, saggi”. Con questa esposizione la biblioteca desidera contribuire alla commemorazione della Giornata della Memoria, in ricordo dello sterminio e delle persecuzioni del popolo ebraico e dei deportati militari e politici italiani nei campi nazisti. 


Tante e diverse le storie raccontate nei volumi esposti nella mostra, che testimoniano deportazioni, violenze, umiliazioni, offese e uccisioni. 

Da queste letture emergono anche esperienze di solidarietà, resistenza e coraggio che in molte situazioni hanno permesso a numerose persone di mettersi in salvo e aiutarne altre. Per tutta la durata dell’esposizione sarà proiettata l’intervista a Getulio Bongiovanni, lughese che fa uno dei tanti internati militari italiani, circa 650-700mila soldati, che in seguito all'armistizio dell’8 settembre 1943 furono deportati in diversi campi di rieducazione e lavoro tedeschi. 

La mostra rimarrà aperta fino al 22 febbraio e si potrà visitare negli orari di apertura della biblioteca “Trisi”. Per ulteriori informazioni, scrivere a trisi@comune.lugo.ra.it, oppure chiamare il numero 0545 38568.

Fino al 2 febbraio è inoltre possibile visitare nelle ex Pescherie della Rocca la mostra “Auschwitz. Non molto tempo fa, non troppo lontano”, allestita dai ragazzi del Liceo e del Sacro Cuore di Lugo in seguito al viaggio della memoria svolto nel 2019. L’esposizione raccoglie foto, documenti e installazioni ed è aperta nei seguenti orari: dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13, il sabato dalle 9 alle 13 e dalle 16 alle 18, la domenica dalle 10 alle 12 e dalle 16 alle 18.

Martedì 28 gennaio alle 20.30 nella palestra della scuola “Maria Ausiliatrice” gli alunni delle classi quarte e quinte della scuola elementare “Maria Ausiliatrice” e i ragazzi dell’Orchestra Gherardi ricordano la Giornata della Memoria con l’iniziativa “Un biglietto di sola andata: Auschwitz; a noi la memoria, il coraggio di condividere”. 

Giovedì 30 gennaio alle 20 nella sala del Consiglio comunale della Rocca ci sarà la celebrazione del Giorno della Memoria in ricordo dello sterminio e delle persecuzioni del popolo ebraico e dei deportati militari e politici italiani nei campi nazisti. 

Venerdì 31 gennaio alle 17.30 la biblioteca Trisi ospita la presentazione del romanzo Dopo la pioggia di Antonio Rapacciuolo (Paolo Emilio Persiani Editore, 2019). La direttrice della biblioteca Luciana Cumino dialogherà con l’autore, mentre Paolo Parmiani farà alcune letture. Il romanzo è ambientato nel 1943.

Il protagonista è Luca, diciottenne bolognese con due grandi amori, Silvia e i libri della libreria di suo padre. Ma la guerra incombe, con il suo carico di orrori e devastazioni. Inevitabilmente le strade dei due ragazzi si separano. Solo una promessa rimane a legare i loro destini. Infine, mercoledì 5 febbraio alle 11 gli alunni della scuola media “Sacro Cuore” dialogheranno al Teatro Sacro Cuore (via Emaldi 82) con Roberto Matatia, autore del libro I vicini scomodi. L’evento è aperto al pubblico.

Non mancheranno inoltre le iniziative delle scuole. Le medie organizzeranno l’evento “La Memoria rende Liberi e Forti”. Inoltre, in occasione della Giornata della Memoria, gli alunni delle classi terze della scuola media “Gherardi” si riuniranno in Aula magna per un incontro di riflessione sull’importanza del ricordo dei grandi genocidi della storia, prendendo spunto da letture e visione di filmati. 

In questo percorso saranno accompagnati da brani scelti ed eseguiti dall'orchestra della scuola media Gherardi. La scuola media “Pellico” di Voltana celebrerà la Giornata delle Memorie con gli alunni di tutte le classi: verranno scelti brani e filmati da condividere e sui quali riflettere insieme agli alunni, in base alla loro età. La scuola media “Francesco Baracca” ha scelto quest'anno di realizzare un approfondimento per le classi terze sul tema “l’importanza dei testimoni”, anche in vista dell'incontro che i ragazzi avranno in primavera a Nonantola (Mo) con gli ultimi testimoni della vicenda dei Ragazzi di Villa Emma (1943-44).

Le classi seconde e prime si stanno preparando alcune visionando un film sulla Shoah, altre leggendo testi attinenti. Nell’Istituto San Giuseppe in occasione della Giornata della Memoria sono state organizzate diverse iniziative, come la visione del film Un sacchetto di biglie, il percorso interdisciplinare “L'importanza del ricordo” e l’incontro con Ines Miriam Marach, guida del Museo Ebraico di Bologna, sul tema “testimonianza di una famiglia ebrea di Lugo durante la guerra”.

Nell’Istituto Tecnico “Sacro Cuore” sono in programma diverse attività, inserite nelle lezioni curricolari su fascismo e nazismo per le materie di storia, tedesco e diritto. Inoltre, in occasione del Giorno della Memoria nella sezione Tecnica del Polo Tecnico Professionale sarà allestita la mostra “I Giusti tra le nazioni”.

Il Giorno della Memoria è stato istituito nel 2000 in ricordo dello sterminio e delle persecuzioni del popolo ebraico e dei deportati militari e politici italiani nei campi nazisti. Il giorno scelto è il 27 gennaio, data dell’abbattimento dei cancelli di Auschwitz.

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento