martedì 10 marzo 2020

Assurda la vicenda della ciclabile di via Emaldi

Sono trascorsi più di tre mesi!



"Vero, creano un pò di problemi a chi deve portare i bimbi a scuola e andarli a prendere ma mettono in sicurezza quelli che ci vanno in bici per qualche decina di metri, rispetto alle tante centinaia di metri che fanno da casa scuola.

Vero, ci sono 76 posti auto in meno a Lugo ma potrete parcheggiare nel cortiletto dell'ex Enal o per trenta minuti invece di 15, negli stalli a pagamento di via Emaldi".

Come sempre i compromessi piacciono, devono essere accettati, "mei che gnit", i genitori escono abbastanza soddisfatti dall'incontro del lontano 21 gennaio, quasi due mesi fa.

Dei pass e del parcheggio nel cortiletto, però, a tutt'oggi, nessuna traccia.

L'istituto dopo quella riunione, su successiva richiesta, fornì praticamente in tempo reale i nomi cui consegnare i pass.

"No, ma dovete darci anche le targhe".

In poco tempo si lavorò e si provvedette in fretta.

"Sì ma la ditta deve sistemare, riprogrammare i parcometri....."

Quando si sono promessi i pass non ci si poteva informare su cosa sarebbe stato necessario per poterli dare, da chi tecnicamente e non politicamente avrebbe dovuto rendere operativa la promessa politica, avere le targhe e far sapere che ci sarebbero voluti alcuni mesi prima di dare i pass, almeno saperlo subito.

Il cortiletto...

"Ma serve un custode, senza non si può, affideremo l'incarico ad una persona beneficiaria del reddito di cittadinanza"....  

Gli amministratori hanno sempre tante cose cui pensare.

Arrigo Antonellini

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento