giovedì 5 marzo 2020

Improvvida!??

Il presidente Conte non la deve giudicare così!



Solo alle 18 e 20 di ieri, in una conferenza stampa, "il Capo" ha informato le famiglie italiane che avrebbe presto firmato un decreto di chiusura delle scuola da oggi.

Una decisione che quindi non ha ancora valore di legge, se trovasse una penna scarica, che non funziona? La notizia non andava forse data dopo la firma perchè solo allora ufficiale???

Se si siedevano dieci minuti prima, se correvano verso le sedie non era meglio, non si sarebbero dato dieci minuti in più alle famiglie per organizzarsi?

Ma come siamo messi? 

Dieci milioni di famiglie italiane (quelle i cui figli oggi sarebbero dovuti andare a scuola)  hanno l'obbligo di legge di essere collegati per avere le notizie delle conferenze stampa del "Capo"?

Quanto tempo si vuole loro gentilmente concedere per ORGANIZZARSI? Quanti decessi o ammalati in più ci sarebbero stati se le scuole si fossero chiuse solo venerdì?

Quanti ce ne sono stati perchè ieri le scuole erano aperte e Conte non ha firmato il decreto nella notte di martedì? 

Ma quello che fa incazzare, anche perchè quanto sopra è materia dei tecnici della sanità, è che Conte abbia definito notizia IMPROVVIDA quella data da chi aveva preannunciato che forse le scuole oggi sarebbero state chiuse.

Improvvido mettere sull'avviso le famiglie parecchie ore prima, dare più tempo per ragionare sul come, nel caso, potersi organizzare per i figli, specie i più piccoli?

E' solo da ciò che esce dalla sua bocca che la nostra vita deve dipendere? Già, è lui il Capo del Pubblici Poteri!

Arrigo Antonellini

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento