sabato 7 marzo 2020

Operazione Double Car

Riceviamo e pubblichiamo

La Polizia di Stato ha arrestato M.V., classe 1983 residente a Taranto, per il reato di riciclaggio e sostituzione di persona.


A seguito di complesse indagini da parte della Squadra di Polizia Giudiziaria della Sezione Polizia Stradale di Ravenna, coordinate dalla locale Procura della Repubblica, il 3 marzo scorso è stata eseguita un’ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari di un cittadino italiano residente in provincia di Taranto.

L’arrestato è gravemente indiziato dei reati di riciclaggio e sostituzione di persona.

L’indagine ha avuto inizio nel 2017, quando in provincia di Ravenna sono stati sequestrati alcuni veicoli risultati essere cloni di altri veicoli regolarmente circolanti.

A seguito degli accertamenti tecnici effettuati sui veicoli sequestrati, gli investigatori della Polizia Stradale di Ravenna hanno accertato che gli stessi altro non erano che autovetture oggetto di furto in altre zone d’Italia e che il riciclatore, attraverso una tecnica collaudata, riusciva a duplicare dei veicoli di proprietà di ignari cittadini, apponendo sui mezzi rubati i dati identificativi di questi ultimi.

Grazie a questo stratagemma, e utilizzando documenti d’identità falsi e targhe contraffatte, riusciva a commercializzare in provincia di Ravenna sei autovetture, senza che gli acquirenti potessero accorgersi della reale provenienza del veicolo.

L’ordinanza è stata eseguita da personale della Squadra di polizia Giudiziaria della Sezione Polizia Stradale di Taranto, su delega della Sezione Polstrada di Ravenna a carico di M.V., classe 1983 residente a Taranto.

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento