mercoledì 18 marzo 2020

Partecipazione dei cittadini alla elaborazione delle politiche pubbliche

Organismi di decentramento eletti con suffragio diretto


Gentile dott. Antonellini, faccio seguito alla Sua richiesta e a quanto già sottolineato in data 14 febbraio u.s. sull’argomento attinente le consulte di decentramento e le modalità di elezione dei loro componenti, ringraziandoLa per l’attenzione che il giornale riserva a tale problematica.

Sin dall’insediamento in Consiglio comunale nell’anno 2014 il Gruppo Consigliare Per la Buona Politica ha chiesto di rivedere il vigente Regolamento comunale ( datato 26.07.2001) allo scopo di disciplinare e contestualizzare con gli opportuni aggiornamenti la partecipazione attiva dei cittadini alla formazione delle decisioni adottate dall’Amministrazione Comunale


Infatti la normativa costituita dal Testo Unico sugli Enti Locali (d.lgs.n.267/2000-art.17) costituisce tuttora la disciplina di riferimento , assegna ai comuni un’ampia autonomia sui contenuti del Regolamento degli istituti di decentramento per quanto attiene l’articolazione, l’organizzazione e le funzioni. Il decentramento rappresenta l’ambito ideale di prossimità in cui implementare i processi partecipativi e le nostre numerose e articolate proposte sono state tutte formalmente depositate a partire da un ordine del giorno del 21 ottobre 2017 e da un documento di bozza nuovo regolamento del 18.01.18. 

Mi preme evidenziare che uno degli obiettivi ad indirizzo strategico “ più coesione “ della amministrazione comunale dell’anno 2017 prevedeva la modifica del Regolamento delle Consulte di Decentramento seppure a fine anno nella delibera che riepilogava la sintesi dei risultati raggiunti si legge : “ e’ stata redatta la bozza del regolamento ma la Giunta ha ritenuto di rallentare il processo volendo iniziare una discussione con i presidenti delle Consulte ; si prevede l’approvazione in Consiglio Comunale entro marzo 2018 “. 

Dopo diversi mesi e a seguito di numerose insistenze da parte del Gruppo Consigliare Per la Buona Politica , il 29.11.18 il Consiglio Comunale ha approvato l’istituzione di una Commissione Temporanea per la redazione del Regolamento sulla nomina degli istituti di partecipazione, riunitasi 2/3 volte e ovviamente scioltasi per le elezioni del maggio 2019 senza avere prodotto un significativo passo in avanti. 

Il nuovo Gruppo Consigliare Per la Buona Politica il 16 agosto 2019 ha riproposto all’attenzione della Amministrazione l’argomento con l’invio di un testo predisposto come ipotesi di Regolamento sulle Consulte e sui Beni Comuni da discutersi in seno alla conferenza dei Capi Gruppo. Nel frattempo nessuna commissione è stata nominata, nessun incontro si è svolto. Da precisare che il 22 ottobre 2018 è stata emanata la Legge Regionale n.15 sulla partecipazione all’elaborazione delle politiche pubbliche che è stata per il gruppo consigliare Per la Buona Politica fonte di ispirazione di un fondamentale capitolo del proprio programma politico-amministrativo 2019-2024 .

Poiché tale programma rappresenta la cornice in cui si declinano le politiche di avvicinamento della pubblica amministrazione alla cittadinanza, attraverso meccanismi di dialogo e collaborazione, proseguirà senza interruzione l’impegno del nostro gruppo per dotare il comune di Lugo di metodiche finalizzate all’individuazione di organismi di decentramento composti da cittadini non designati dalle forze politiche ma eletti con suffragio diretto in base al numero di preferenze.

Mi sono dilungato per spiegare le ragioni che hanno impedito , non per nostra scelta, la soluzione della problematica in esame fino ad oggi, ma attraverso questa pagina invito chiunque abbia proposte a inoltrarle al giornale per un democratico dibattito , cui Per la Buona Politica parteciperà molto volentieri.

E’ auspicabile che anche gli altri gruppi consiliari concorrano attivamente alla redazione del nuovo Regolamento delle Consulte sciogliendo il nodo elezione diretta o designazione dei consiglieri di ogni consulta. E’ altrettanto auspicabile che l’Amministrazione provveda al più presto a porre in calendario i necessari incontri. Cordialità.

Il Consigliere Comunale Per la Buona Politica Silvano Verlicchi

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento