martedì 28 aprile 2020

Attentato alla libertà

Denunciamo il nostro avvocato Conte?
di Arrigo Antonellini


Scuole chiuse. Una "ferita" per il capo dello Stato. Che ne parla in un messaggio per un nuovo programma di Rai Cultura con il ministero dell'Istruzione (!! N.d.R).

"Le scuole chiuse sono una ferita per tutti. Ma, anzitutto per voi, ragazzi; per i vostri insegnanti; per tutti coloro che, giorno per giorno, partecipano alla vita di queste comunità".


E aggiunge: "La scuola non è soltanto il luogo dell'apprendimento. È La vostra dimensione sociale fondamentale, nella quale, assieme al sapere e alla conoscenza, cresce e si sviluppa - anche nella relazione con gli altri, con i compagni, con i vostri insegnanti - la personalità di ognuno di voi. Cioè quel che sarete nella vostra vita futura".

"Siamo di fronte a un evento eccezionale - aggiunge - che tocca la vita di più di otto milioni di ragazze e ragazzi italiani. Qualcosa di incredibile, mai avvenuto prima, nella storia dell'istruzione. Un evento drammatico, che possiamo ben definire epocale".

E conclude. "Probabilmente, non avreste mai immaginato che poter uscire per andare a scuola costituisse un esercizio di libertà. Della vostra libertà".

Caro presidente Conte non è mica pavaglionelugo.net a dirlo ma il tuo Capo, il tuo Presidente.

Centinaia di persone sono in una fabbrica, in un ufficio, al chiuso, perchè due dozzine di bambini, ragazzi, non possono stare all'aperto guidati da un educatore ??? 

E se lo denunciassimo, l'avvocato degli italiani, Conte, perchè toglie la libertà ai bambini, per come li tratta?

Gli animali si possono portare a fare toelettatura, i bambini devono stare agli arresti domiciliari, ma siamo sempre lì, i bambini non votano.

Arrigo Antonellini

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento