lunedì 27 aprile 2020

Ci siamo

Devono aprire gli asili e i CRE
di Arrigo Antonellini


Dopo il vostro giornale, dopo il Sindaco di Ravenna, ora il tema, questa necessità, è sui tavoli di lavoro della nostra Regione. 

Si attende il nuovo decreto di Conte e un'ordinanza regionale che disciplini la materia.

Dalla fine di maggio l'idea prevalente è di piccoli gruppi di bimbi ed educatori, all'aperto in spazi protetti ed attrezzati come intanto i giardini delle scuole

"L'obiettivo di mettere in agenda il tema a più livelli decisionali (di pavaglionelugo.net) è raggiunto - dice l'assessore Bakkali del Comune di Ravenna dopo la dichiarazione del suo Sindaco - ora c'è attenzione dove prima c'era silenzio".

"Stiamo ragionando su scenari possibili per conciliare la sicurezza con la necessità dei bambini di stare all'aria aperta e di socializzare".

"Siamo in contatto con altre città, speriamo bene anche con il Comune della Romagna Estense (a Conselice ci si sta lavorando) e partecipiamo ai tavoli regionali. Penseremo anche a come attrezzare le aree e quante metterne a disposizione. Ci muoveremo in una cornice di regole pensando in maniera creativa agli spazi. E questo riguarderà anche i CRE, in rapporto anche con i CRE dei privati, dalle polisportive, le parrocchie, le associazioni. In un mese dovremo essere tutti pronti a ripartire".

"Partiremo ovviamene - prosegue l'assessore ravennate - a dare riposte alle famiglie con due genitori che lavorano. Agosto sarà un periodo delicato per le ferie per chi è già dovuto farle per le note esigenze".

Prima la miccia, l'dea, nostra, in realtà l'uovo di colombo come l'abbiamo chiamata, ora il progetto, poi i bimbi "fuori", bene così!

Già giovedì scorso:

http://www.pavaglionelugo.net/2020/04/perche-non-si-va-scuola-allaperto.html

Arrigo Antonellini

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento