mercoledì 29 aprile 2020

La Piccola Oasi

A Disposizione delle persone con disabilità

Un ampio spazio verde in cui dare la possibilità a persone con disabilità di passare qualche momento all’aria aperta in piena sicurezza.
Da qualche giorno è stata allestita a Lugo un’area appositamente dedicata a ospitare persone con accertate difficoltà e il cui equilibrio psicofisico rischi di essere gravemente compromesso dall’impossibilità di spostamento. L’area individuata è quella della “Piccola Oasi Lilly e i vagabondi", nella frazione di Villa San Martino.

L’associazione di promozione sociale che gestisce questo luogo ha messo a disposizione tre ampie aree verdi distinte e separate tra loro. Il progetto, in via precauzionale, è attualmente affidato al solo servizio sanitario, supportato dal servizio sociale e l’accesso al parco avviene solo su appuntamento. Ma queste disposizioni potranno variare a partire dal 4 maggio, con l’entrata in vigore del Decreto che prevede una riapertura calmierata dei parchi.

In questa circostanza, le persone devono essere munite di una dichiarazione del servizio a cui già afferiscono, che, insieme al certificato di invalidità, riconosca l’opportunità di una seppur breve attività all’aperto. Possono essere accompagnati da un familiare o da un educatore per fronteggiare il tragitto in macchina e usufruire dell’accompagnamento anche nel periodo di permanenza nell’oasi, a garanzia di un corretto comportamento cautelativo e per lo svolgimento dell’attività fisica. 

“Comprendendo le enormi difficoltà che le famiglie con persone disabili stanno vivendo, nelle ultime settimane ci siamo attivati per garantire loro uno spazio sicuro in cui muoversi all’aria aperta – spiega l’assessora alle Politiche di welfare del Comune di Lugo Lucia Poletti -. Abbiamo lavorato insieme ai servizi territoriali competenti e alla prefettura per trovare la soluzione più utile e sicura e grazie alla disponibilità dell’associazione Piccola Oasi Lilly e i vagabondi possiamo almeno in parte dare una risposta”.

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento