mercoledì 1 aprile 2020

l’Anpi di Lugo dona mille euro all’ospedale Umberto I

Emergenza Coronavirus 

L’Anpi – sezione Martiri del Senio di Lugo vuole dare il suo contributo nel contrasto all’emergenza sanitaria dovuta al Covid-19. Per questo ha donato mille euro all’ospedale Umberto I di Lugo, diventato Covid Hospital.
Siamo sicuramente in un periodo molto difficile che la maggioranza di noi ha mai vissuto.

Il rimanere in casa comporta cambiamenti nei nostri stili di vita, lontananza dai nostri cari, dagli amici e dal lavoro, ma il nostro sacrificio non è paragonabile a quello di tutti coloro i quali operano in prima linea per debellare questo virus.

L’Associazione Nazionale Partigiani d’Italia di Lugo rivolge un sentito ringraziamento ai Medici del locale Ospedale Umberto I, ai Medici di base, agli Infermieri, a tutto il Personale Ospedaliero Ausiliario, agli Operatori Socio Sanitari, agli Operatori delle Cooperative che lavorano all’interno delle strutture sanitarie, agli Equipaggi delle ambulanze e a tutti coloro che giornalmente, con grande rischio, si apprestano a soccorrere e curare le persone malate.

Un ringraziamento inoltre va alle Forze di Polizia per l’attività di controllo, a tutte le Associazioni che sostengono con attività, pensieri e donazioni, gli operatori.

Un grazie agli Amministratori Comunali che applicano le direttive impartite dallo Stato. Un grazie particolare al Sindaco Ranalli che, attraverso i video sui social network e facebook, non manca mai dal tenere informata la cittadinanza sulla normativa, ogni qualvolta vi sono variazioni, consentendo, a chi è in contatto di fare rete, e con telefonate a coloro che sono sprovvisti di questi collegamenti. Giornalmente il Sindaco sostiene i cittadini anche con consigli di letture o film, al fine di non fare mancare mai i contatti e tenere alto il morale.

Nell’auspicio che questa situazione si risolva in breve tempo, dobbiamo comunque essere consapevoli che il più grande aiuto che possiamo dare a tutti gli operatori, è attenersi rigorosamente alle normative in atto.

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento