mercoledì 8 aprile 2020

Lo sfalcio e la puli­zia delle aree verdi a Bagnacavallo

"Bagnacavallo è un grande giardino"


La Giunta comunale di Bagnacavallo ha approvato la delibera riguardante lo sfalcio e la puli­zia delle aree verdi nelle frazioni e in parte del centro per gli anni 2020-2021, per un impor­to complessivo a base di gara di 141.235 euro.



Si tratta dell’appalto principale (oltre 144mila metri quadrati di verde per ogni sfalcio) cui si affiancano, sempre con oggetto sfalci e pulizia di aree verdi, quelli relativi ai parchi pub­blici e alle aree scolastiche del centro, alla pulizia dalle erbe infestanti di marciapiedi e cen­tro storico, alle banchine stradali e all’argine del fiume Lamone.

Oltre a una parte degli sfalci del 2020 e a tutti quelli del 2021, all’interno di questo ap­palto verranno eseguite potature di siepi per 2.263 metri lineari e potature di alberi. 

«Il territorio di Bagnacavallo è un grande giardino, – osserva l’assessore a Lavori pubblici e Patrimonio Vilio Folicaldi – i numeri parlano da soli.»

Le aree destinate al verde pubblico (parchi, giardini, aiuole ecc.) si estendono infatti in tutto per 326.531 metri quadrati, equivalenti a circa 53 campi da calcio, così suddivisi tra centro e frazioni: Bagnacavallo 258.576, Villanova 38.030, Glorie 16.621, Masiera 6.935, Villa Prati 2.773, Boncellino 2.058, Traversara 778 e Rossetta 760.

Sono inoltre da aggiungere oltre 2.200 metri lineari di siepi da curare e da potare e un gran numero di alberi ad alto fusto, presenti nei nostri parchi, che a rotazione necessitano ogni anno di essere curati e potati. Per far capire l’ordine di grandezza, le sole potature del 2017 sono state su 152 alberi, nel 2018 hanno interessato 646 alberi e nel 2019 gli alberi potati sono stati 240, per un totale nel triennio di 1.038 alberi.

A questa realtà si devono aggiungere i parchi e i giardini annualmente gestiti da associa­zioni o da volontari, come il Podere Pantaleone, il Parco delle Cappuccine, il Giardino dei Semplici e il parco di pertinenza all’Ecomuseo di Villanova. Ci sono poi gli orti comunali affi­dati alle cure dei cittadini che ne fanno richiesta e tutti i bellissimi giardini privati di cui Ba­gnacavallo è adornata.

«Il patrimonio di verde pubblico e privato che abbellisce significativamente la nostra città e il nostro territorio – riprende Folicaldi – richiede ogni anno notevoli risorse economiche per essere tenuto curato e pulito. L’Amministrazione comunale si impegna per dare risposte positive a queste esigenze e anche per il 2020 ha complessivamente destinato alla cura del verde oltre 150.000 euro.

Contiamo anche sulla massima collaborazione dei cittadini, nel ri­spetto da parte loro delle piante e del verde pubblico e nella cura a tenere pulito dalle er­bacce il fronte delle abitazioni affinché Bagnacavallo, le sue frazioni e il suo territorio siano sempre gradevoli e ordinati. In un posto bello, tutti si vive meglio.»

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento