giovedì 14 maggio 2020

Bene la liberalizzazione degli orari

Il plauso della CNA



CNA plaude all’approvazione dell’ordinanza dell’Unione dei Comuni della Bassa Romagna che, in vista delle riaperture del 18 maggio, liberalizza gli orari e i giorni di apertura delle imprese che erogano servizi alla persona (acconciatori, estetisti, tatuatori ecc.).

Nello specifico, l’ordinanza ha raccolto la proposta avanzata nelle scorse settimane da CNA, che richiedeva di eliminare i limiti di orario giornaliero o settimanale, le fasce orarie di apertura e le chiusure infrasettimanali e nei giorni festivi.

“Ringrazio l’Unione – afferma Nicola Iseppi, responsabile dell’area Bassa Romagna della CNA di Ravenna - per aver accolto velocemente la nostra richiesta, un atto che aiuterà le nostre imprese ad organizzare meglio il loro lavoro e che incontra la volontà dell'intero settore in questo difficile momento”

Nevio Salimbeni, responsabile CNA Benessere e Sanità Ravenna, sostiene che “le imprese collegate ai servizi alla persona sono pronte a riaprire in sicurezza, ma le prime settimane di lavoro saranno molto difficili: si prevede una grande richiesta con protocolli che consentiranno di gestire meno clienti di una volta. Per questo è apprezzabile l’azione di quei comuni che hanno deciso la liberalizzazione degli orari in questa fase ed hanno ridotto ogni forma di burocrazia. Questo potrà consentire anche di far lavorare più personale e aiutare la ripresa dei territori”.

Ghetti Beatrice
Ufficio Comunicazione Sviluppo e Marketing

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento