sabato 9 maggio 2020

Iniziano i lavori di riqualificazione della provinciale “Gardizza”

Da lunedì 

A partire da lunedì prossimo, 11 maggio, prenderanno il via gli attesi lavori di riqualificazione della provinciale “Gardizza”, nel tratto compreso tra l’incrocio con la Sp 610 Selice-Montanara, e l’insediamento produttivo Unigrà.


Indicativamente, i lavori proseguiranno fino alla fine di settembre. Il traffico, sia leggero che pesante, relativo alla Selice (strada provinciale n.610) sarà veicolato su percorsi alternativi: per raggiungere la parte aperta della provinciale “Gardizza”, se si arriva dalla Conselice lungo la Selice appunto, si dovrà passare da Lavezzola e prendere la “Bastia”. Rimane inalterata la percorribilità per raggiungere il tratto aperto della Gardizza fino allo stabilimento Unigrà dalla Bastia se provenienti da Lugo/Sant'Agata.

Viene contestualmente revocata l'ordinanza provinciale sul tratto aperto della “Gardizza”, che potrà essere transito in ambedue i sensi di marcia.

La risistemazione aumenterà il livello di servizio svolto dalla strada provinciale, riducendo il rischio di incidentalità e alleggerendo il traffico pesante sui centri abitati: proprio per questo è un intervento atteso da tempo dalla comunità conselicese, anche per l’impatto che la strada ha attualmente rispetto all’accesso carrabile ad alcune delle principali realtà industriali del territorio.

“Siamo soddisfatti, questo è certamente un passo avanti importante nella direzione di mettere in sicurezza il territorio, come la comunità ci chiede giustamente da tempo – sottolinea il sindaco Paola Pula -. L’obiettivo del prossimo futuro, richiesto in maniera compatta da tutto il territorio, è ora quello di velocizzare la progettazione e la realizzazione dalla variante Selice di Lavezzola, dal Ponte Rosso al Ponte Bastia. così da ridurre l’impatto del traffico, anche pesante, sugli abitati lungo la Bastia e la Selice e sul centro di Lavezzola”.

Ufficio stampa: coop. Aleph (Alberto Mazzotti 

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento