venerdì 8 maggio 2020

Tutta la comunità di Massa Lombarda in aiuto alle persone il difficoltà

Protezione civile, Caritas, associazioni ed esercizi commerciali

Caritas, Protezione civile, associazioni ed esercizi commerciali uniti per aiutare i cittadini massesi in difficoltà a causa dell’emergenza per il Covid-19.
Negli ultimi mesi sono infatti state numerose le iniziative messe in campo per sostenere le diverse situazioni di fragilità di Massa Lombarda. Diverse realtà del territorio hanno infatti dato dimostrazioni di solidarietà, organizzandosi con raccolte di viveri e beni di prima necessità per le famiglie e i singoli cittadini in forte criticità socio-economica.

I principali registi di queste iniziative di grande generosità si sono rivelate ancora l'associazione Caritas e il gruppo volontari di Protezione civile di Massa Lombarda che, attraverso l'instancabile opera dei suoi tanti volontari, ha messo in piedi, in collaborazione con i servizi sociali del Comune, una task force di supporto alle diverse fragilità accresciute in questo periodo di emergenza Coronavirus.

“Vedere realtà diverse massesi e non unirsi per aiutare chi è in difficoltà ci fa essere orgogliosi del nostro territorio – commenta la vice sindaco con delega ai Servizi sociali Carolina Ghiselli -. Un grazie immenso a Caritas, alla Protezione civile e a tutte le associazioni ed esercizi commerciali che hanno voluto fare la loro parte per stare vicino ai più deboli”.

Tante le iniziative degli esercizi commerciali. Coop Alleanza 3.0 attraverso la campagna di solidarietà "Dona la Spesa" ha raccolto tramite il punto vendita di Massa Lombarda 240 euro in buoni spesa che verranno consegnati all'associazione Caritas Massa Lombarda per l'acquisto di generi di prima necessità da destinare alle famiglie più bisognose. Grazie all'intervento della pizzeria da asporto "Pizzallegra", oltre cinquanta famiglie massesi hanno potuto gustare durante il mese di aprile una buonissima pizza, donata a chi si trovava in difficoltà. 

Deco industrie ha consegnato 800 pacchi di pane alla Protezione civile, che a sua volta ha girato gran parte dei prodotti a Caritas. L’azienda Davema di Lugo ha donato 170 mascherine lavabili ai volontari della Protezione civile e prossimamente i dispositivi di protezione individuale saranno distribuiti anche alle famiglie in particolare difficoltà. Infine, il forno Dalmonte ha consegnato tanti suoi prodotti alla Protezione civile, che si è impegnata a donare gli alimenti a Caritas o direttamente alle famiglie in difficoltà.

“Vorremmo ringraziare Coop Adriatica per la grande disponibilità dimostrata anche in questa occasione”, ha aggiunto Marilena Franti per l’associazione Caritas Massa Lombarda. “Non possiamo che esprimere tutta la nostra gratitudine a questi operatori commerciali che sanno andare oltre le logiche del solo profitto per intraprendere anche i sentieri della solidarietà”, ha concluso la Franti.

Con l'avvio della Fase 2 anche le modalità di consegna viveri a opera di Caritas ai cittadini assistiti sono cambiate. Non verranno infatti più effettuate le consegne a domicilio ma i volontari convocheranno, attraverso singoli appuntamenti, i cittadini e le famiglie assistite direttamente alla Caritas Massa Lombarda per la consegna dei viveri, sempre e comunque nel totale rispetto delle norme di sicurezza sanitaria che l'emergenza Covid-19 impone.

"Sapevo dell'enorme generosità del nostro territorio, da assessore con delega alla Protezione civile questa consapevolezza è stata confermata sotto tutti i punti di vista – spiega l’assessore Stefano Sangiorgi -. Abbiamo dei volontari di Protezione civile a dir poco splendidi, supportati da associazioni e imprese che sono e saranno sempre la nostra arma vincente contro ogni tipo di problema che si presenterà".

Anche le associazioni hanno voluto fare la loro parte con donazioni dedicate al mondo scolastico. L’associazione “E Pargher” ha donato alcuni computer, l’Avis le mascherine da utilizzare quando si tornerà in aula e la Protezione civile delle confezioni di gel disinfettante.

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento