giovedì 18 giugno 2020

Attenti, la 2CSU ci guarda!

Un altro bel progetto del nostro Liceo
di Lucia Baldini

 La natura si sta riprendendo i suoi spazi, quante volte abbiamo sentito questa frase nei mesi scorsi, ma l'attenzione all'ambiente ci vede come prima egoisti, maleducati e incivili.


Ancora una volta sono i più giovani ad indicarci la via della consapevolezza e del rispetto: la classe 2CSU del nostro Liceo ha realizzato in gran parte, nonostante il Covid, il progetto iniziato lo scorso anno scolastico anche grazie alla collaborazione dell'Unione dei Comuni della Bassa Romagna, Ufficio Ambientale di Lugo, che lo ha sponsorizzato tra le attività didattiche per le scuole di ogni ordine e grado.

Gli alunni hanno proposto a dieci classi della secondaria di I^ Gherardi e a una del Sacro Cuore il loro contributo alla lotta contro l'inquinamento, riuscendo a sensibilizzare anche i più piccoli alla problematica. Riflessioni, letture e tecnologia hanno avuto visibilità anche nel progetto Concittadini dei ragazzi delle Consulte in un incontro animato anche da Hera, e nella conferenza stampa di Ecomondo a Rimini per il lancio della Settimana Europea per la riduzione dei rifiuti.

Una classe seconda della Primaria di Bagnara, interessata al progetto, è stata coinvolta dagli alunni in maniera ludica con giochi relativi all'importanza della raccolta differenziata.

Era previsto un incontro con glaceologo che avrebbe presentato i vari aspetti dell'inquinamento dei ghiacciai e avrebbe fatto riferimenti all'Himalaya. Purtroppo è stato annullato, come pure quello di un nutrizionista, che avrebbe trattato il tema dell'alimentazione sull'impatto ambientale.

Il progetto ha virato forzatamente altrove, mentre l'ambiente si prendeva una rivincita, con la diminuzione del buco dell'ozono, gli animali per strada, i delfini nei porti. Gli studenti ne prendevano atto, consapevoli di assistere a una realtà nuova, da difendere e da proteggere.

Ora però, stiamo offrendo loro altro materiale, per il prossimo anno scolastico, mascherine e guanti per terra. Se continuiamo così il Progetto Plastica 2020-2021 sarà molto vasto. Troppo.

Lucia Baldini


Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento