lunedì 22 giugno 2020

Ermes Muccinelli

Non sono mica il solo "scoppiato"



Un paio di mesi fa mi sono recato a Torino e, da juventino doc, mi sono recato, con famiglia juventina al seguito, in visita all'Allianz Stadium.


Una guida accompagna i visitatori, ad orari prestabiliti, oltre che dentro allo stadio anche all'interno degli spogliatoi, della sala stampa, dell' infermeria ecc.

Ho notato che il nostro accompagnatore era molto giovane e ricordandomi che lo stadio della nostra città è dedicato ad un ex calciatore juventino mi sono detto.."Costui non saprà neppure che era Ermes Muccinelli"..e così, pensando di fargli un trabocchetto gli ho chiesto chi fosse Ermes.

Con mio grande stupore la guida mi ha sciorinato quasi tutta la vita di Muccinelli, facendomi inoltre presente che all'interno del museo potevo trovare anche una vecchia foto di quella Juve.

Chi era dunque Ermes Muccinelli come calciatore??

Da Lugo Ermes approdò nel dopoguerra alla Biellese da dove, nel 1946, approdò alla Juventus, dove esordì il 24 Novembre di quell'anno nella gara interna contro la Triestina vinta dai bianconeri per 4 a 0.

Nei primi anni 50 Muccinelli formò il trio d' attacco assieme a Giampiero Boniperti e al danese John Hansen che valse alla Juve gli scudetti del 1949/50 e 1951/52. In quest'ultimo campionato il giocatore firmò il record personale di segnature con 17 gol. Con la Juve disputò 226 gare fino al 1955, anno in cui si trasferì alla Lazio per un triennio, rientrando poi alla Juve nel 1958/59. In questo periodo vinse 2 Coppa Italia, nel 1958 con la Lazio e l'anno successivo con la Juventus. Concluse la carriera in Serie B a Como.


Di Renzo Favalli

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento