martedì 30 giugno 2020

La poesia del martedì

L’aȥdôra,  

Quând l’aȥdôra l’avdēva un pól giör

l’ai cureva dri e l’ai tiréva e còl

parchè se murèva un’era pió bôn da gnit.

Adêş nénca nô l’e mej

c’an sfasègna d’avdè giur

parchè se e disté vigliac us véd

us’ pò incantunê e dì

tranquèl, par te l’è mej finila cvè

che se dvé  avânti, e pò ëşar pèȥ.

La massaia

Quando la massaia vedeva un pollo poco in forma lo raggiungeva e gli tirava il collo, perchè se moriva era inutilizzabile- Adesso è meglio che anche noi non ci facciamo vedere in cattive condizioni perchè se il destino vigliacco ci vede ci mette in un angolo e dice: tranquillo, per te è meglio finirla qui, che se vai avanti può essere peggio

Ilva Fiori


Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento