mercoledì 24 giugno 2020

L’aiuola Bagnacavallo

A Cervia Città Giardino - Maggio in fiore

Il sindaco Eleonora Proni ha visitato a Milano Marittima l’aiuola Bagnacavallo, allestita presso la rotonda Cadorna nell’ambito di Cervia Città Giardino - Maggio in fiore, la mostra d’arte floreale a cielo aperto più grande d’Europa, che riunisce oltre sessanta realtà continentali e di oltreoceano.


Eleonora Proni era accompagnata da Beatrice Rambaldi dell’Ufficio Segreteria del Comune di Bagnacavallo e da Renato Baldassarri, uno dei creatori dell’aiuola. Per il Comune di Cervia erano invece presenti Patrizia Petrucci, delegata al verde, assieme a Bruna Rondoni e Giorgia Vesi.

L’aiuola di questa edizione è stata realizzata da Marion Berauer e Anna Tazzari assieme a Renato Baldassarri ed è dedicata al tema della violenza di genere.

Sullo sfondo bianco rinnovato dell’aiuola spiccano le scarpe rosse “importate” da Bagnacavallo e simbolo della lotta alla violenza contro le donne. Sulla sagoma di Piazza Nuova compare la scritta No significa no tradotta in cinque lingue: greco, giapponese, tedesco, francese e inglese. Al centro poi si staglia l’immagine chiara di una donna con la mano tesa a fermare un uomo.

In mezzo ai fiori bianchi e rossi di Impatiens walleriana si può inoltre leggere questa poesia di Alda Merini:

Mi guardi con occhi penetranti

e dici che nessuno ti ha mai resistito

e non capisci perché io ti resisto.

Ma vedi, piuttosto che cederti,

io mi addormento.

Nell’aiuola è presente come sempre l’Hotel degli insetti, che nel tempo ha aumentato la sua attrattività per api e vespe solitarie che l’hanno intensamente colonizzato trovandovi il luogo ideale per la loro riproduzione.

La visita è stata l’occasione anche quest’anno per ricordare lo storico curatore della manifestazione, Riccardo Todoli. Nella rotonda Cadorna è stata collocata un’opera, costruita in materiale di recupero e riciclo da Renato Mancini, a lui dedicata.

La quarantottesima edizione di Cervia Città Giardino - Maggio in fiore è dedicata ai colori dell’arcobaleno, simbolo di rinascita e speranza. Tutti i giardini si potranno ammirare fino all’autunno.


Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento