martedì 9 giugno 2020

L'estate della collina

Grandi spazi aperti e nessuna movida


Turismo di prossimità, scampagnate, trekking: potrebbe essere il momento della collina, dove è possibile un'emozione all'aria aperta più distanziata rispetto al mare.

Sentieri, parchi, agriturismo, B&B a bassa concentrazione di clienti rispetto agli alberghi al mare, maggiori possibilità di ristorazione all'aperto, ampi spazi nel verde, nei boschi.

Le restrittive regole sono di più facile applicazione.per garantire alle persone una vacanza, una giornata nella natura in totale sicurezza.

Gli agriturismo ed i B&B sono situati in zone isolate, in strutture familiari con un numero contenuto di posti e con ampi spazi aperti: rappresentano, dopo la lunga quarantena, il luogo migliore dove concedersi una vacanza rigenerante, una giornata emozionante.

Le fasi 2 e 3 vedono gli agriturismo ed il B&B giocare un ruolo centrale, adatti ad una villeggiatura di prossimità, in luoghi dove riscoprire la bellezza dei borghi, senza affollamenti e senza ansie, sostenendo un'economia del territorio a misura di famiglia rispettosa della natura. 

Meno luoghi in comune rispetto agli alberghi del mare, possibilità di fruire di spazi estesi.

Sta funzionando il trekking con pranzo all'aperto nei boschi.

Il circolo La Ginestra di Crespino del Lamone "riparte" domenica 21, info 333 8931093, rigo.antonellini@gmail.com

Alessandro Antonellini
Presidente Circolo la Ginestra Crespino del Lamone Marradi (Fi)

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento