venerdì 26 giugno 2020

Riposizionate le 15 enormi canne dell’organo della Chiesa di Santa Maria

Serve un aiuto per la forte spesa

L’organo costruito dalla ditta Ruffatti di Padova nel 1961 è collocato in presbiterio entro una monumentale cassa.


Il prospetto, dell’ordine di 16 piedi è composto da canne di zinco lucido. 

L’organo necessitava di un intevento di manutenzione in particolare per l’ossidazione della parti elettromeccaniche. 

 Il difetto più pericoloso era il cedimento delle 15 canne più grandi di prospetto: le lastre di zinco erano colassate sotto il peso e i corpi delle canne erano pericolosamente piegati in avanti, rischiavando seriamente di cadere a terra qualora cedessero i ganci delle legature.

La ristrutturazione, la pulitura e l’accordatura delle canne è stata affidata alla ditta Dell’Orto-Lanzini di Dormelletto di Novara. 

La chiusura dei tre mesi della chiesa e l’impossibilità di poter celebrale le benedizioni pasquali ha impedito di poter raggiungere la somma necessaria per far fronte all’ingente costo per la manutenzione. 

Per i cuori generosi e sensibili si indica l’iban Parrocchia di san Francesco di Paola, Banca di Credito Cooperativo Ravennate, Forlivese, Imolese, IT67 S085 4223 8000 2000 0021712.



Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento