mercoledì 1 luglio 2020

Adottare misure straordinarie a favore di famiglie e attività produttive

Le richieste delle minoranze del Consiglio Comunale di lugo

Il blocco di gran parte delle attività produttive, determinato dal Covid-19, ha avuto un impatto significativo anche sulla produzione dei rifiuti che si è azzerata per alcune categorie merceologiche e notevolmente ridotta in generale.

Nel Comune di Lugo, come in tutti gli altri facenti parte dell’Unione Bassa Romagna, non è mai stato adottato il sistema di tariffazione puntuale! In altri territori a noi vicini (Portomaggiore,Mordano, Budrio, Forlì, Cattolica ad esempio) la tariffa puntuale, legata all’effettiva produzione di rifiuti, è presente da anni ed è a ragione di tale mancanza che le attività economiche lughesi non hanno potuto contare sull’automatico adeguamento del carico tariffario in seguito all’emergenza sanitaria.

La decisione adottata in tutti i comuni della provincia di Ravenna di differire al 30.09 il pagamento della prima rata TARI, su sollecitazione degli esponenti dei tavoli per l’imprenditoria, costituisce certamente un’azione utile ad agevolare la ripartenza per le imprese, ma resta a nostro avviso insufficiente a colmare il divario economico determinato dal sopravvenuto e indesiderato vuoto produttivo dei mesi di marzo, aprile e maggio.

Per poter concretamente andare incontro al territorio, è necessario prevedere una riduzione della tariffa – differenziata fra le varie categorie merceologiche – che tenga conto della minor quantità di rifiuti prodotti, almeno nei 3 mesi del lockdown.

Sono inoltre necessarie misure straordinarie anche per le utenze domestiche delle famiglie che si sono trovate in forte difficoltà economica, a causa della riduzione del reddito disponibile, e in particolare per quelle che non hanno potuto contare su un reddito mensile garantito.

Per questi motivi, i gruppi consiliari Per la Buona Politica, Movimento 5 Stelle, Lega Romagna-Salvini Premier e Gruppo Misto (Cons. Lolli), hanno congiuntamente depositato in data 18.06.20 specifica interpellanza sul tema, proponendo di gestire in maniera proattiva una situazione certamente difficile e inedita attraverso alcune soluzioni possibili.

Studiando infatti il complesso quadro normativo che attiene alla gestione dei rifiuti e ai suoi conseguenti aspetti economici, abbiamo intravisto una possibilità, illustrata nell’interpellanza, quale quella di utilizzare, se pur in maniera straordinaria, le risorse allocate presso il cosiddetto Fondo d’Ambito (gestito da Atersir, annualmente alimentato con somme provenienti dalla regione e con quote di tutti i comuni che comunque provvedono a includere in tariffa e valevole per premiare la virtuosità delle amministrazioni comunali sulla maggiore percentuale di raccolta differenziata e sulla riduzione dei rifiuti), allo scopo di alleggerire i Piani Economici Finanziari dell’anno in corso attraverso cui vengono determinate le tariffe. Altra proposta ha riguardato l’opportunità di avviare con il gestore Hera una trattativa volta a dilazionare i pagamenti dovuti.

E’ quindi con grande soddisfazione che abbiamo accolto l’Ordinanza del Presidente di Regione che, in qualità di autorità di Protezione Civile, in data 25 giugno 2020, ha ordinato di utilizzare le somme del Fondo d’Ambito, destinandole ai Comuni, per fronteggiare le difficoltà in ordine alla corresponsione del gettito della Tari da parte delle utenze domestiche e non domestiche e come conseguenza del blocco delle attività. Le risorse dovranno dunque essere destinate “prioritariamente a favore delle famiglie e delle aziende incapienti” e solo successivamente per far fronte ai costi complessivi di gestione del ciclo rifiuti.

I Consiglieri Comunali Per la Buona Politica Roberta BRAVI e Silvano VERLICCHI

Il Consigliere Comunale Movimento 5 Stelle Mauro MARCHIANI

I Consiglieri Comunali Lega Romagna-Salvini Premier: Fabio CORTESI, Gian Luca SCARDACCHI, Mattia VALGIMIGLI e Francesco MARTELLI

La Consigliera Comunale e Consigliera dell’Unione dei Comuni Lega Romagna-Salvini Premier Barbara MAGNANI

Il Consigliere Comunale e Capogruppo del Gruppo Misto nel Consiglio dell’Unione dei Comuni Fabrizio LOLLI


Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento