mercoledì 22 luglio 2020

Il Pavaglione gremito per Roberta Montanari

L'omaggio a Mia Martini

Foto di Paolo Baldoni

Il settecentesco quadriportico del Pavaglione ha ospitato un suggestivo omaggio a Mia Martini nel 25esimo anniversario della scomparsa, presentato da Lugo Music Festival grazie alla Fondazione Cassa di Risparmio e Banca del Monte di Lugo e a Crédit Agricole italia.

Sul palco sette ottimi musicisti al servizio della bella voce di Roberta Montanari, artista nativa di San Lorenzo che vanta esperienza al fianco dei più grandi protagonisti della scena musicale italiana e non solo. 

La serata, iniziata con un elegante omaggio al Maestro Ennio Morricone, è stata un susseguirsi dei brani più emozionanti che hanno segnato la carriera dell’indimenticabile Mia. 

L’interpretazione di Roberta Montanari è stata sincera ed emozionante, non cercando mai di emulare l’originale, regalando invece personale profondità alle parole e alle melodie di ogni canzone. 

Il ricordo è stato incorniciato dagli arrangiamenti di Matteo Del Soldà (alla viola), tanto arditi quanto molto apprezzabili nella loro colta eccellenza, e dalla bravura degli altri musicisti Matteo Penazzi (violino), anima di Lugo Music Festival, Sara Signa (violino), Anna Montemagni (violoncello), Vanessa Matamoros (contrabbasso), Pietro Beltrani (pianoforte), Daniele Sabatani (percussioni).

La presenza di un pubblico numerosissimo, nonostante le sedute fossero limitate a causa dell’emergenza sanitaria, ha dimostrato come la comunità lughese possa ripartire a cominciare dalla cultura, dalla musica, dall’Arte. 

Un enorme grazie, quindi, a chi nella nostra città continua a credere nelle possibilità dell’emozione e della musica come tramite per una comunità più coesa.

Maria Chiara Parmiani



Pavaglione Estate per chi ha avuto la fortuna di viverlo, docet. 

Lentamente (impossibile non sia così!) la professionalità e l'intelligenza di Matteo Penazzi, ma anche quella di Raffaele Clò, ci hanno fatto rivivere quelle indimenticabli atmosfere in uno dei contenitori più vocati agli eventi di tutto il Paese. 

La grande intuizione, anticipatrice degli anni di oggi dei grandi eventi, del compianto Assessore alla cultura Valter Ricci Bitti.   

Il direttore



Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento