sabato 18 luglio 2020

La magia della musica anima il Pavaglione


Una settimana di musica di qualità e ospiti internazionali nel cuore pulsante della città. Lugo e il suo Pavaglione diventano così palcoscenico di un evento che porterà sul territorio le migliori proposte musicali.



È tutto pronto per la tappa lughese di Ravenna Festival, in programma da venerdì 24 a giovedì 30 luglio, con al suo interno una due giorni dedicata alla 16esima edizione di Lugocontemporanea.

Gli eventi sono stati presentati in conferenza stampa nel Salone Estense della Rocca di Lugo. 

Per l’occasione erano presenti il sindaco di Lugo Davide Ranalli, il sovrintendente di Ravenna Festival Antonio De Rosa, il direttore artistico di Ravenna Festival Franco Masotti, Monia Mosconi e Veronica Nigro di Lugocontemporanea.

Lugo vuole ricominciare a vivere il suo centro, la sua bellezza, e lo fa proponendo eventi di qualità, come fa ogni anno – ha dichiarato Davide Ranalli -. Il Ravenna Festival e Lugocontemporanea sono ormai due appuntamenti entrati a far parte della storia degli eventi lughesi e non volevamo rinunciarci neanche quest’anno. Sapevamo che non sarebbe stato facile, le disposizioni da rispettare per fronteggiare l’emergenza sanitaria sono tante, ma abbiamo voluto sfidare le incertezze con la bellezza. Avranno un sapore diverso gli appuntamenti di quest’anno, purtroppo non ci sarà più Franco Ranieri ad accompagnarci, ma il suo ricordo sarà sempre con noi anche in questa edizione di Lugocontemporanea”.

La XXXI edizione di Ravenna Festival, che anche quest’anno propone oltre 40 appuntamenti a Ravenna, Lugo e Cervia, arriverà nei prossimi giorni nel Pavaglione. 

A inaugurare gli appuntamenti lughesi sarà, il 24 luglio, il concerto del cantante Brunori Sas. Dario Brunori, in arte appunto Brunori Sas, è un cantautore capace di emozionare il pubblico con le sue canzoni. Il suo ultimo album, Cip!, è il quinto di una fortunata serie iniziata nel 2009 e di un percorso che lo ha portato da una acuta e ironica spensieratezza a una più complessa dimensione riflessiva e a temi più impegnati, dalla critica politica alla questione del razzismo. La serata è realizzata in collaborazione con Gruppo Hera.

Il giorno successivo, sabato 25 luglio è il momento di una prima assoluta: protagonista sarà Stefano Bollani che si esibirà in “Piano variations on Jesus Christ Superstar”, in occasione del 50esimo anniversario dell’uscita dell’album di Andrew Lloyd Webber & Tim Rice. Bollani ha inciso generi diversi ai massimi livelli. I suoi concerti sono luoghi mentali in cui si cancella lo scorrere del tempo e vecchio e nuovo si annullano. Oggi, con un eclettismo davvero fuori dal comune, mette mano alle musiche create 50 anni fa da Lloyd Webber e Tim Rice per Jesus Christ Superstar. L’evento è realizzato in collaborazione con LA BCC Credito Cooperativo ravennate, forlivese e imolese e Confartigianato Provincia di Ravenna.

Domenica 26 luglio tocca ai Deproducers con il loro nuovo progetto “Dna”, lo spettacolo che unisce musica e scienza. Con il gruppo ci sarà anche Telmo Pievani, professore ordinario di Filosofia delle scienze biologiche dell’Università di Padova. Divulgare la scienza e le strade della ricerca, che conducono verso straordinarie scoperte inaspettate, è diventato il cavallo di battaglia dei Deproducers, attraverso spettacoli multimediali che danno voce ai protagonisti della ricerca scientifica italiana. In “Dna” i panni del front-man sono vestiti da un eminente filosofo ed evoluzionista. Accanto a Telmo Pievani, narratore d’eccezione, ci sarà il canto di Riccardo Sinigallia, mentre chitarra, basso e tastiere dialogano al ritmo dell’evoluzione della vita. La produzione è di Fondazione Airc, in collaborazione con Deproducers. 

Lunedì 27 luglio arriva a Lugo l’Orchestra del Teatro Mariinsky di San Pietroburgo, diretta da Valery Gergiev. Nel corso della serata l’orchestra russa, tra le più importanti del Paese, proporrà agli spettatori Ouverture da La Cenerentola di Gioachino Rossini, Prélude à l’après-midi d’un faune di Claude Debussy, Sinfonia n. 4 in la maggiore “Italiana”, op. 90 di Felix Mendelssohn-Bartholdy e Sinfonia n. 1 in re maggiore “Classica”, op. 25 di Sergej Sergeevič Prokof’ev.

Un altro tradizionale appuntamento per i lughesi è quello con il Lugocontemporanea, in programma martedì 28 e mercoledì 29 luglio, sempre nel Pavaglione e quest’anno dedicato a Franco Ranieri, direttore artistico della rassegna scomparso nei mesi scorsi. Il titolo della XVI edizione è “Reset [Festival della Morte e della Palingenesi]”.

Il 30 luglio torna il Ravenna Festival con “Una vita da film: Luis Bacalov”, spettacolo di musica, teatro e cinema. L’evento proporrà un viaggio attraverso la musica e il genio del compositore argentino, che dell’Italia aveva fatto la propria casa e che nel cinema, ma anche nel mondo della canzone, aveva trovato il proprio terreno espressivo. Secondo un copione che Bacalov stesso ha imbastito prima di morire nel 2017, sfilano le sue grandi colonne sonore, dal Django di Corbucci alla Città delle donne di Fellini, al Vangelo secondo Matteo di Pasolini, raccontate da Maria Grazia Cucinotta, protagonista de Il postino, il film che valse l’Oscar al compositore. A farle eco ci saranno il musicista Vittorio De Scalzi dei New Trolls (canto, flauto e tastiere) e le musiche dal vivo degli Ànema, ovvero Biagio Labanca alla chitarra, Massimo De Stephanis al contrabbasso, Fabio Tricomi a flauti, oud e percussioni, Marcello Corvino al violino, Laura Sarti al violino e Maurizio Brancone a batteria e percussioni. La regia è di Carlos Branca e Rosanna Pavarini, regia video di Andrea Balducci. La serata è realizzata in collaborazione con Gruppo Villa Maria – Care & Research.

I posti disponibili per ogni evento a Lugo sono 500. I biglietti sono disponibili sul sito www.ravennafestival.org, contattando telefonicamente la biglietteria del Teatro Alighieri al numero 0544 249244 (dal lunedì al sabato dalle 10 alle 14 e la domenica dalle 10 alle 13), oppure recandosi presso la biglietteria del Teatro Alighieri ma l’accesso sarà garantito solo su prenotazione al numero: 333 2009711. 

Durante gli spettacoli saranno applicate le norme di sicurezza contro il Covid-19. L’accesso è garantito solo nella fascia oraria indicata sul biglietto. È obbligatorio mantenere la distanza di almeno un metro e presentarsi con mascherina. All’ingresso sarà misurata la temperatura, che non dovrà superare i 37,5°C.

Per consentire la realizzazione dell’evento, dal 24 al 30 luglio saranno in vigore alcune modifiche alla viabilità: dalle 20 alle 24 divieto di transito nel tratto di corso Garibaldi tra via Codazzi e piazza Trisi con obbligo di svolta a destra su via Codazzi, in vigore anche l’obbligo di svolta a sinistra (direzione piazza Primo Maggio) alla fine di corso Mazzini e il divieto di accesso e di sosta in piazzale Cavour e piazza Trisi.


Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento