sabato 26 settembre 2020

Confermata anche per il 2020-2021 la corsa Barbiano-Faenza

 Il sindaco Piovaccari: "Un servizio di grande importanza per gli studenti della frazione"


È stata confermata anche per l'anno scolastico 2020-2021 la corsa dell'autobus per gli studenti di Barbiano che frequentano gli istituti scolastici di Faenza.
Un impegno assunto dalla giunta comunale già a inizio anno, quando era stato avviato in via sperimentale il servizio per gli ultimi mesi dell’anno scolastico, e che oggi viene confermato: "Per noi era prioritario riuscire a strutturare un servizio più agevole ed efficiente per gli studenti barbianesi che frequentano gli istituti superiori di Faenza - ha dichiarato il sindaco Luca Piovaccari -. In una prima fase abbiamo finanziato con risorse comunali l’attivazione di questo bus aggiuntivo, poi abbiamo avviato un proficuo confronto all’interno dell’Agenzia Mobilità Romagna (Amr) affinché questa corsa diventasse strutturale nella programmazione annuale di questi servizi”.

“Purtroppo non tutto dipende dal Comune - continua Piovaccari -, sappiamo che Barbiano negli ultimi anni ha subito alcune perdite in termini di servizi (la cartoleria, la banca, e in ultimo la riduzione degli orari delle poste), ma in tutti questi casi il Comune non ha molta voce in capitolo, se non provare a creare facilitazioni per questi servizi che sono però di natura privata o comunque fanno riferimento a enti che non devono rendere conto all’Amministrazione per le proprie scelte. Al contrario, ogni volta che possiamo intervenire direttamente per migliorare la qualità dei servizi, lo facciamo e questo ne è un esempio evidente”.

"Dal 17 febbraio 2020 è stato avviato il prolungamento della linea 183 di Start Romagna, che collegava Fusignano e Lugo, fino a Faenza - spiega Nicola Pasi, sindaco di Fusignano e consigliere provinciale con delega alla Mobilità -. Un nuovo percorso che è la risposta a una domanda di utilizzo del trasporto pubblico emersa dagli studenti della Bassa Romagna che quotidianamente si recano nella città manfreda, in particolar modo da una quindicina di studenti di Barbiano, che non avendo a disposizione una fermata in paese erano costretti a recarsi altrove trovandosi spesso ad affrontare una situazione di sovraffollamento dei mezzi. Il percorso, partito in via sperimentale, adesso è parte integrante e strutturale della pianificazione e della progettazione del servizio scolastico”.

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento