martedì 29 settembre 2020

Interrogazione sulla Università a Villa Maria

Riceviamo da Europa Verde e pubblichiamo

Silvia Zamboni, Vice Presidente dell’Assemblea Legislativa regionale e Capogruppo di Europa Verde: Con l’interrogazione chiedo alla Giunta chiarimenti sia sulla (il)legittimità delle iscrizioni al corso di medicina in mancanza del riconoscimento da parte del Ministero, sia sul percorso per fare del Maria Cecilia Hospital un Irccs (Istituto di ricerca, ricovero e cura di carattere scientifico), il primo Irccs privato in regione.

A seguito dell’accordo tra il gruppo della sanità privata Villa Maria e l'Università di Ferrara per istituire un corso di medicina presso il Maria Cecilia Hospital di Cotignola, è di pochi giorni fa la notizia dell’iscrizione di 27 studenti che hanno scelto il Maria Cecilia Hospital come prima sede per la frequenza alla Facoltà di Medicina.

Ho depositato un’interrogazione - afferma Silvia Zamboni, Vice Presidente dell’Assemblea legislativa regionale e Capogruppo di Europa Verde - con la quale chiedo alla Giunta se può confermare che l’Università di Ferrara non ha ancora ricevuto né dalla Regione Emilia-Romagna, né dall’Agenzia nazionale di valutazione del sistema universitario, né dal Miur una risposta definitiva circa l’approvazione del succitato accordo e quindi la possibilità di tenere corsi presso il Maria Cecilia Hospital di Cotignola; e se, in caso affermativo, non ritenga inopportuno che il Maria Cecilia Hospital di Cotignola abbia già aperto le iscrizioni alla frequenza del corso.

La consigliera chiede inoltre se nella fase istruttoria dell’accordo sia stata considerata la possibilità di istituire il corso presso analoghe strutture pubbliche dell’Ausl della Romagna”.

“Infine - conclude la consigliera Zamboni - in merito al percorso avviato dalla Regione Emilia-Romagna per far ottenere il riconoscimento di Irccs (Istituto di ricerca, ricovero e cura di carattere scientifico) al Maria Cecilia Hospital di Cotignola, chiedo se, alla luce in particolare dell’impegno straordinario profuso dalla sanità pubblica per contrastare l’epidemia Covid-19, la Giunta non ritenga incompatibile con la strategicità e la priorità da riconoscere alla sanità pubblica l’allocazione di risorse pubbliche al Maria Hospital di Cotignola quale sede universitaria e Irccs”.


Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento