giovedì 22 ottobre 2020

Non giudicare

Il primo dei tre incontri con gli autori dei saggi di approfondimento del catalogo della mostra


È in programma oggi, giovedì 22 ottobre, il primo dei tre incontri con gli autori dei saggi di approfondimento del catalogo della mostra Non giudicare, allestita presso l’ex convento di San Francesco a Bagnacavallo fino al 15 novembre.




Alle 21, presso la Sala Oriani dell’ex convento, Andrea Vitali, medievista e storico del simbolismo, parlerà de Il folle e l’Angelo. I tarocchi e la scala mistica.

Nato nel 1952 a Faenza, Andrea Vitali si è laureato in Studi Umanistici all’Università di Bologna conseguendo successivamente il Diploma di Perfezionamento Post-Universitario in Musicologia. Nel mentre ha frequentato la Scuola di Archivistica, Paleografia e Diplomatica all’Archivio di Stato di Bologna.

Dopo vari anni di insegnamento e direzione della biblioteca comunale di Brisighella, si è dedicato allo studio del simbolismo e dell’iconologia del Medioevo e del Rinascimento, con particolare attenzione alle feste religiose e profane e alla struttura dei cortei trionfali.

Nel 1985 ha fondato l’Associazione Culturale “Le Tarot”, organismo specializzato nello studio e nella ricerca storica sulle discipline simboliche ed ermetiche, composto da eminenti personalità del mondo accademico e culturale internazionale.

Per l’occasione sarà possibile acquistare il catalogo della mostra, in vendita a 15 euro.

Prenotazione obbligatoria scrivendo a info@magma.zone

L’ex convento di San Francesco è in via Cadorna 14 a Bagnacavallo.

Il giovedì successivo, 29 ottobre, il vicedirettore del Museo Diocesano di Faenza Giovanni Gardini terrà una conferenza dal titolo Luminose presenze. Angeli, arcangeli e messaggeri celesti. Un racconto per immagini. A concludere il ciclo di incontri collaterali sarà, giovedì 5 novembre, Massimiliano Fabbri, artista e responsabile del Museo Luigi Varoli di Cotignola, che parlerà di Storia e geografia imperfetta di una Romagna quasi felice.

La mostra Non giudicare è curata da Viola Emaldi e organizzata dal collettivo Magma per il Comune di Bagnacavallo. Presenta una selezione di opere di artisti visivi contemporanei fortemente legati al territorio romagnolo per nascita o ragioni di vita: Sergia Avveduti, Bertozzi & Casoni, Silvia Camporesi, David Casini, Stefania Galegati, Chiara Lecca, Enrico Minguzzi, Alessandro Pessoli, Alessandro Roma con Paola Ponti, Andrea Salvatori, Marco Samorè, Nicola Samorì, Italo Zuffi. Il progetto espositivo prende spunto dalla tradizionale devozione per l’arcangelo Michele, patrono della città e oggetto di un culto diffuso, per indagare attraverso l’arte contemporanea l’attualità della simbologia che accompagna questa figura.

La mostra resterà aperta fino al 15 novembre nei seguenti orari: dal martedì al sabato 18-21; Domenica 10-12 e 15-20. Lunedì e martedì chiuso. Sponsor è il Molino Spadoni.

Info: www.festasanmichele.it


Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento