mercoledì 14 ottobre 2020

Piace anche a Solaroli il museo del Tricolore

 Ma pensa ad un Museo della Città


Ci risiamo così al di tutto un pò, pensando come fa l'ex candidato a sindaco ai tanti lughesi che meritano di essere ricordati.

Tutte le città dalle più grandi ma anche alle più piccole hanno dato i natali a persone che si sono messe in luce.

Purtroppo però Lugo ha ben poco per essere attrattiva al turismo, non abbiamo nè il mare, nè le montagne, nè un lago, nè opere d'arte famose nel mondo, un museo della città può avere senso a Rimini, a Cortina, o nelle grandi città del turismo internazionale.

A Lugo sarebbe solo il museo dei lughesi, non certo in grado di produrre reddito anche se realizzato in Rocca, come propone Solaroli.

E' indiscutibile che prima attrattiva di Lugo sia Francesco Baracca, in tutti i testi di storia delle scuole italiane ed in bella vista sulle Ferrari, con il suo cavallo, il Cavallino. 

Un museo Baracca ampliato, a casa Tamba, ampliato da altre sezioni, quella sul Tricolore di Compagnoni e le Bandiere, quella della Storia del Volo, quella della Prima Guerra Mondiale, quella di Francesco Baracca, quella del Cavallino della Ferrari.

Temi di nicchia ma aperto ai turismo internazionale e fonte di reddito oltre che di valorizzazione del rango di Lugo.

Arrigo Antonellini


Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento