giovedì 22 ottobre 2020

Posata la prima pietra

Della nuova struttura all'ex acetificio Venturi



Entra nel vivo la riqualificazione dell’ex acetificio Venturi, nel quartiere lughese di Madonna delle Stuoie.




Alla presenza del sindaco di Lugo Davide Ranalli, dell’Amministratore delegato di Cia-Conad Luca Panzavolta e dell’architetto Alessandro Bucci, progettista e direttore dei lavori, è stata posata la prima pietra della struttura che prenderà il posto dello stabilimento industriale dismesso da tempo, a completamento del progetto, frutto di un lungo lavoro di partecipazione, di intervento urbanistico ed edilizio unitario di ricucitura col tessuto urbano.

“La giornata di oggi, con la posa della prima pietra, segna un passo decisivo verso la realizzazione del nostro progetto per la riqualificazione dell’ex acetificio Venturi – ha dichiarato il sindaco di Lugo Davide Ranalli -. Un gesto simbolico che dà il via al più grande cantiere di riqualificazione di Lugo. Dopo oltre trent’anni vediamo trasformarsi un quartiere storico, che grazie a questo progetto vedrà la riqualificazione di un’area da tempo abbandonata e potrà presto contare su un nuovo spazio con numerosi servizi di prossimità, utili a tutti i cittadini”.

Saranno tre gli edifici di nuova costruzione: un fabbricato formato da una struttura commerciale alimentare (con superficie di vendita pari a 2.200 mq), da altre strutture ospitanti attività commerciali (esercizi commerciali di vicinato e pubblico esercizio), attività terziarie/direzionali, attività di interesse collettivo di tipo sociale, collegate da una galleria commerciale di uso pubblico e da alcune unità abitative ai piani superiori; un edificio esclusivamente residenziale; un edificio per servizi sanitari e socio-sanitari che verrà realizzato dall’Ausl Romagna. 

La collocazione degli spazi verdi sul lato ferrovia permetterà a chi si trova in stazione, la visione dell’area verde. L’area dell’ex acetificio Venturi sarà riqualificata anche dal punto di vista idraulico con la realizzazione di un sistema di laminazione delle acque piovane, contestualmente sarà inoltre riqualificata l’area verde della lottizzazione “Savorani”.

La riqualificazione dell’area sita tra le vie Taglioni, Piano Caricatore e Rivali San Bartolomeo, per un totale di oltre 20.000 mq di superficie è un intervento totalmente a carico del promotore privato, l’Amministrazione comunale è stata impegnata nella verifica della compatibilità ambientale e urbanistica del progetto per facilitare e incentivare la realizzazione di un progetto di grande qualità architettonica e in sintonia con le esigenze dell’area e dei cittadini.



Anche un altro ipermercato risponde alle "esigenze" dei cittadini?

ana

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento