martedì 10 novembre 2020

"Bassa Romagna comunità educante"

Approvato il progetto dalla Regione

La Regione Emilia Romagna ha finanziato il progetto "Bassa Romagna comunità educante: percorsi artistici ed espressivi per la parità di genere".
Il progetto si propone di implementare nel territorio dell’Unione dei Comuni della Bassa Romagna diverse attività volte a favorire il rispetto per una cultura plurale delle diversità e della non discriminazione, promuovere il tema della parità uomo-donna e le pari opportunità attraverso diverse azioni.

Si articola in dieci principali linee d’azione, che vanno dal coinvolgimento delle scuole di ogni ordine e grado fino al supporto psicologico alle donne vittime di violenza; e poi ancora percorsi artistici, laboratori e percorsi formativi per eliminare pregiudizi, costumi e tradizioni basate su modelli stereotipati dei ruoli degli uomini e delle donne.

Le azioni avrebbero dovuto realizzarsi nel 2020, ma la loro scadenza è stata prorogata fino a giugno 2021 a causa dell'emergenza sanitaria; daranno continuità a quanto è già stato realizzato in Bassa Romagna negli ultimi anni, in linea con i principi contenuti nella Legge regionale 6/2014 (Legge quadro per la parità e contro le discriminazioni di genere) e del Piano regionale contro la violenza di genere (Delibera dell’Assemblea legislativa regionale 69/2016).

Capofila del progetto è l'associazione "Demetra - Donne in aiuto" di Lugo, in collaborazione con l'Unione dei Comuni della Bassa Romagna, le scuole statali di diverso ordine e grado e con molteplici realtà associative, quali Artemide e Mondo rosa di Lugo, gruppo INconTRAdonne e Centro italiano femminile (Cif) di Alfonsine, Caffè delle ragazze e movimento femminista “Non una di meno” di Conselice, Unione donne in Italia (Udi) di Massa Lombarda; significativa è anche la partnership della scuola teatro La Bassa e per questa annualità anche con il Centro uomini maltrattanti di Forlì.

Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento