giovedì 12 novembre 2020

Esperienze in natura per l'infanzia

 Continuano le attività all'aria aperta, nel pieno rispetto delle regole vigenti 



Proseguono le attività rivolte alle famiglie per favorire percorsi di immersione in natura e ristabilire il contatto quotidiano con essa in Bassa Romagna.
Anche nel mese di novembre il Ceas Bassa Romagna coinvolge le famiglie in esperienze di esplorazione e scoperta di contesti significativi per riconnettersi alla natura, riflettere sull’importanza dei materiali naturali e la necessità di riappropriarsi di un tempo lento. 

Sabato 14 novembre alle 10 al Parco del loto di Lugo una esplorazione nella natura a cura di Francesca Casadio Montanari della Fondazione Villa Ghigi di Bologna: un’occasione di immersione in un ambiente naturale attraverso lo sguardo incantato e curioso dei più piccoli. Prenotazione obbligatoria allo 0545 38343, email ambiente@unione.labassaromagna.it. 

All'Ecomuseo delle erbe palustri di Villanova di Bagnacavallo, tre appuntamenti venerdì 20, sabato 21 e domenica 22 novembre, dalle 10 alle 11.30: i partecipanti, dopo una visita guidata, parteciperanno a un incontro sul recupero dell'identità territoriale e i giocattoli di una volta, per concludere con un laboratorio manuale di carta. Prenotazione obbligatoria allo 0545 47122, email erbepalustri.associazione@gmail.com. 

Al Podere Pantaleone di Bagnacavallo domenica 22 novembre alle 14 una visita guidata all'oasi; sarà possibile acquistare frutti antichi e chi vorrà potrà portare a casa alberi dell'oasi appena nati salvati dallo sfalcio, da piantare nel proprio giardino. Prenotazione obbligatoria al 347 4585280, email info@poderepantaleone.it. 

Tutte le iniziative sono gratuite, si svolgeranno nel rispetto delle norme anti-covid e prevedono un numero limitato di partecipanti. 

Sono inoltre previsti due appuntamenti online, aperti a educatori, insegnanti e famiglie: sabato 21 novembre alle 15 ci sarà "La flora del Comune di Alfonsine", con Sergio Montanari della Società per gli studi naturalistici della Romagna (per informazioni sul webinar e su come accedere, scrivere a casamonti@atlantide.net); giovedì 26 novembre alle 17 riflessioni condivise sul ruolo dell'adulto nelle esperienze di gioco e didattica all'aperto, con Irene Salvaterra, educatrice ambientale della Fondazione Villa Ghigi; la prenotazione è obbligatoria scrivendo a centrofamiglie@unione.labassaromagna.it, al momento dell'iscrizione saranno fornite le indicazioni per accedere all'incontro online. 

Il calendario delle attività sarà aggiornato mano mano durante l’anno educativo e verrà promosso nei canali ufficiali dell’Unione Bassa Romagna, dei Comuni e del Ceas. 

I Servizi Educativi 0-6 anni dell’Unione Bassa Romagna, il Coordinamento pedagogico e il Centro di educazione alla sostenibilità (Ceas) Bassa Romagna hanno avviato ormai da qualche anno la formazione e la sperimentazione di pratiche di educazione all'aperto nelle sezioni di nido e materna delle scuole comunali del territorio. Il lavoro è supportato a livello scientifico dall’Università di Bologna e dalla Res - Rete di educazione alla sostenibilità della Emilia-Romagna, che affiancano il personale educativo nella formazione continua e nella ricerca.



Stampa questo articolo

Nessun commento:

Posta un commento